giovedì 17 dicembre 2009

Roma, una giornata storica!

Ieri si è tenuto un momento storico per i Sinti, i Rom e per tutta l’Italia. Alla Camera dei Deputati si è tenuta la commemorazione per il settantunesimo dalla promulgazione delle Leggi Razziali in Italia. Nella Sala del Mappamondo si è tenuto il convegno sull’internamento dei Rom e dei Sinti tra il 1940 e il 1945. La presidenza della camera ha infatti deciso di dedicare quest’anno la commemorazione alle persecuzioni subite dai Sinti e dai Rom. Quindi per la prima volta, come ha da subito affermato il Vice Presidente Maurizio Lupi (in foto), lo Stato italiano ha deciso di ricordare quanto hanno subito Sinti e Rom, durante il fascismo.
L’intervento di Maurizio Lupi ha sorpreso e commosso tutti. L’intervento del Vice presidente della Camera, partendo dalle persecuzioni subite dai Rom e dai Sinti, ha affermato inequivocabilmente che bisogna superare l’attuale situazione in Italia. Il Vice presidente ha delineato tre priorità: sperare l’emergenza e offrire pari opportunità nell’abitare, nell’accesso ai servizi, nell’accesso al lavoro; riconoscere a Sinti e Rom lo status di minoranze; far conoscere e promuovere le culture sinte e rom.
L’obiettivo che deve perseguire il Parlamento italiano, secondo il Vice Presidente, deve essere improntato sull’interazione tra le culture perché i Sinti e i Rom sono parte integrante dell’intera Europa.
In conclusione, il Vice Presidente Lupi, ha annunciato la costituzione di un Osservatorio sul razzismo alla Camera dei Deputati perché se si ha il compito di ricordare quanto successo, è pur fondamentale intervenire sull’oggi perché quanto successo non debba più succedere.
Sono seguiti gli interventi di Nazzareno Guarnieri (Federazione Romanì) e di Radames Gabrielli (Federazione Rom e Sinti Insieme). E’ poi intervenuto lo storico Luca Bravi che ha spiegato come la persecuzione subita da Sinti e da Rom, durante il fascismo, fu una persecuzione su base razziale. Nel suo intervento Luca Bravi ha presentato anche un video con le testimonianze di Sinti e Rom che hanno subito l’internamento nei campi di concentramento e nei campi di sterminio. Ha concluso la commemorazione l’On. Letizia De Torre che con impegno e passione ha lavorato per la realizzazione della commemorazione.

6 commenti:

Angelica ha detto...

Ma è tutto vero?!? Mi sembra di esere su un altro pianeta
wow...però ci crederò quando vedrò :-)

Carlo Berini ha detto...

Io come tutti siamo rimasti sorpresi a dir poco... tant'è che con alcuni ci siamo guardati negli occhi, solo dopo che ha finito. ci ha inchiodato alle sedie.
un discorso storico, mai sentito. nemmeno sognato, visto il momento.
ho sempre pensato che in Forza Italia si potevano trovare degli alleati ma di questo livello era impensabile.
ora bisognerà lavorare per far conoscere l'intervento e aggregare altri, intorno a Lupi. a cominciare da Bondi.

francisco ha detto...

Maurizio Lupi dimostra che non tutti portano il cervello all'ammasso. Questo vale per ogni movimento. Se qualcuno ha il collegamento col testo del suo intervento se lo posta fa un piacere a tutti, dovrebbe essere, o almeno lo spero, agli atti della camera.

Hidden Side ha detto...

http://webtv.camera.it/portal/portal/default/Eventi

francisco ha detto...

Grazie Hidden, l'ho già messo in condivisione su un paio di gruppi su Facebook. Temo che la pagina sia dinamica e che cambi. Ho apprezzato anche il tuo blog.

Hidden Side ha detto...

C'è anche una puntata di interferenze Rom di Radio Popolare Roma, dell'ottimo Lanfranco Sbardella.

http://www.radiopopolareroma.it/node/2299