venerdì 23 giugno 2017

Bologna, serata gipsy

AMIRS organizza a Bologna il prossimo 8 luglio una serata gitana con cibi e musica tradizionale con l'esplosiva partecipazione della band Roma Baxtale, i rom fortunati. L'appuntamento è al Lazzaretto Autogestito dalle ore 19.00.

L'Associazione dei Mediatori Interculturali Rom e Sinti, AMIRS, organizza una serata per discutere, mangiare e ballare insieme. L'appuntamento è per sabato 8 luglio, dalle ore 19.00, al Lazzaretto Autogestito di Bologna. L'associazione è nata a Bologna per promuovere la cultura e le arti espresse dalle persone appartenenti alla minoranza sinta e rom. Uno degli obiettivi che si prefigge l'associazione è quello di favorire la conoscenza e lo scambio artistico e culturale organizzando eventi musicali, mostre e altro.

venerdì 16 giugno 2017

La storia di U Velto

U Velto è un blog che dal 2005 pubblica notizie afferenti alle persone appartenenti alla minoranza linguistica sinta e rom. La mission del blog è dare visibilità alle notizie e agli approfondimenti relativi alle questioni poste dalle Comunità sinte e rom e promuovere tutte le iniziative politiche, culturali e sociali che vedano protagoniste le persone appartenenti alla minoranza.

Questo blog nasce il 9 maggio 2005 da un'idea di Carlo Berini per sostenere la campagna elettorale di Yuri Del Bar che sarà eletto nel Consiglio comunale di Mantova. Nell'autunno 2005 il Consiglio direttivo dell'associazione Sucar Drom decide di utilizzare questo blog per per pubblicare notizie, approfondimenti e promuovere tutte le iniziative che vedano come protagonisti gli appartenenti alla minoranza linguistica sinta e rom. Il tutto viene strutturato con l'aiuto di Fabrizio Casavola curatore di Mahalla, scomparso nel maggio 2014.

mercoledì 7 giugno 2017

Mantova, le azioni di intimidazione contro i sinti e i rom

Il 7 giugno di dieci anni fa veniva compiuta l'ennesima azione di intimidazione nei confronti della Comunità sinta mantovana. Era l'alba di un giovedì di fine primavera quando 120 uomini dei Carabinieri, coadiuvati dai cani e da un elicottero, circondano tutte le abitazioni nei Comuni di Mantova e Marmirolo abitate dalle famiglie sinte e senza mandato di perquiszione irrompono nelle case di trecento -300- persone armi in pugno. La motivazione? Consegnare otto -8- avvisi di garanzia. Responsabili? Il Pubblico Ministero Tamburini e il Tenente Colonnello dei Carabinieri Maurizio Esposito. Oggi a distanza di dieci anni e dopo che la Magistratura non ha indagato su un'azione d'intimidazione con una chiara connotazione etnico/razziale, pubblichiamo alcune testimonianze delle vittime

giovedì 1 giugno 2017

Mantova, la FRA lascia un segno per la Città

Il video che presentiamo è il prodotto finale del progetto Leri a Mantova, un progetto dell'Agenzia per i diritti fondamentali (FRA) dell'Unione europea. La FRA ha voluto lasciare un segno concreto a Mantova supportando l'associazione Sucar Drom per strutturare un luogo di riferimento per tutta la Comunità sinta e rom mantovana.


lunedì 29 maggio 2017

Milano, morte di una "zingara"

Inaugurazione del CES
Ieri notte, 28 Maggio 2017, davanti al cancello del CES (centro di emergenza sociale) di via Sacile, M. , una donna rom di 42 anni, è morta. Lascia i genitori, il marito e 3 figli. Dormiva su un materasso all’aperto, dopo che la mattina di venerdì 26 la polizia locale aveva sgomberato – distruggendo tutte le loro cose - il gruppo di famiglie che si era accampato nel boschetto a fianco del Centro. Erano per lo più parenti degli ospiti del CES, come M. che nel centro aveva la sorella. Alcune di queste famiglie, tra le quali quella di M., si erano accampate alla bell’e meglio davanti all’ingresso del centro.

Ieri sera, di fronte a parenti e ospiti, questa donna ha avuto un attacco cardiaco e ha agonizzato in attesa dell’ambulanza, che giungeva solo dopo oltre mezz’ora perché chi in quel momento era responsabile del Centro non si peritava di rispondere alle richieste di aiuto. Di fronte a questa vicenda, per la quale mancano le parole per descriverne l’infinita miseria e l’infinita disumanità, poche domande si devono porre all’amministrazione.

Perché è stato deciso questo sgombero in contraddizione con tutte le prescrizioni - senza preavviso, senza assistenti sociali e senza proposte alternative -, ma soprattutto in contrasto con il più banale sentimento umano?

giovedì 25 maggio 2017

Le foto mai pubblicate di Fabrizio Casavola

Tre anni fa ci lasciava Fabrizio Casavola scrittore e curatore di Mahalla. Fabrizio ha costruito  blog, Priori, pubblicando per primo in Italia notizie che coinvolgevano persone appartenenti alla minoranza linguistica sinta e rom. Era il 2004 e l'anno successivo Fabrizio aiutò noi a costruire Sucar Drom e nel 2006 insieme aiutammo Nazareno Guarnieri a costruire RomSinti@Politica. Negli anni successivi nacquero tanti altri blog e la voce di sinti e rom iniziò a farsi sentire in rete.


mercoledì 17 maggio 2017

Rimini, lanciato un monito ai razzisti

Ad Auschwitz Birkenau nello Zigeunerlager vennero divorati migliaia e migliaia di #sinti e #rom, ma il 16 maggio 1944 le circa quattromila persone internate in quel momento nel lager si ribellarono al divoramento e respinsero le SS che volevano condurle nelle camere a gas. Da alcuni anni le associazioni sinte organizzano per il 16 maggio una manifestazione per ricordare l'unica rivolta ad Auschwitz.

sabato 13 maggio 2017

Rimini, la Giornata nazionale dei sinti

Si svolgerà a Rimini, nella giornata di Martedì 16 Maggio 2017, l’iniziativa nazionale che ricorda la Giornata dei Sinti. Organizzata dall’Associazione Sinti Italia in viaggio per il diritto e la cultura. La manifestazione viene indetta ogni anno in questa data in una città diversa per ricordare la rivolta delle quattromila persone rinchiuse nello Zigeunerlager di Auschwitz Birkenau.

venerdì 12 maggio 2017

Roma, Graziano Halilovic chiede rispetto per Francesca, Angelica ed Elisabeth

Il muro della vergogna
Pubblichiamo la lettera appello di Graziano Halilovic leader della Comunità rom di Roma e zio di Francesca, Angelica ed Elisabeth Halilovic, morte bruciate nel rogo del camper della famiglia nel quartiere Centocelle di Roma.

mercoledì 10 maggio 2017

Mantova, no al Decreto Minniti-Orlando

Il Decreto Legge Minniti-Orlando rappresenta un passo indietro sul piano dei diritti e della civiltà giuridica del nostro Paese. Attraverso un uso improprio della legislazione di urgenza, anziché intervenire sulle tante contraddizioni e i limiti dell’attuale legislazione, introduce nuove norme di discutibile efficacia, senza peraltro migliorare l’efficienza del sistema.

mercoledì 3 maggio 2017

Mantova, la celebrazione della Commemorazione della morte di Gesù in sinto lombardo

Martedì 11 aprile scorso, nella Sala del Regno dei Testimoni di Geova di Mantova, la Commemorazione della morte di Gesù è stata celebrata per la prima volta in sinto cìb (lingua sinta) coinvolgendo la comunità sinta presente sul territorio mantovano. Subito dopo il tramonto, i ventitré presenti, di cui quindici di origine sinta, hanno potuto riflettere su ciò che è stato esposto da un breve discorso inerente gli effetti positivi del sacrificio di Cristo.

martedì 2 maggio 2017

Follonica (GR), crimine d'odio contro due donne punito dalla Lidl Italia

Licenziati i due dipendenti della Lidl di Follonica, in provincia di Grosseto, che hanno commesso un crimine d'odio sequestrando due donne rom nel box dell'immondizia. I due ridevano e filmavano la scena mentre una di loro, Margherita, si disperava. Plaudiamo l'iniziativa della direzione della Lidl Italia che ha ritenuto inaccettabile il comportamento dei suoi dipendenti.

sabato 29 aprile 2017

Vogliono rapire i bambini rom

Il 21 aprile scorso la Gazzetta di Mantova ha pubblicato una lettera dal titolo “Le colpe dei padri ricadono sui figli” a firma di Maria Cleofe Adani in cui si propone di togliere i figli dalle famiglie rom (vedi foto). Di seguito la risposta a firma di Carlo Berini per l'associazione Sucar Drom, pubblicata ieri 28 aprile dalla quotidiano di Mantova.

Gentile Direttore,
la lettera a firma Maria Cleofe Adani, pubblicata venerdì 21 aprile, insegue una proposta razzista che dal 27 marzo viene propinata all'opinione pubblica da opinionisti e politici, come ad esempio Alessandro Cecchi Paone e Flavio Tosi. La proposta è agghiacciante: togliamo i figli e le figlie alle mamme rom se compiono un reato. In sintesi solo se sei una romnì e compi un reato devi subire una doppia pena: andare in carcere e vederti tolta i figli. Una chiara discriminazione su base etnico/razziale diretta contro le persone appartenenti alla minoranza linguistica rom e sinta. Se non sei una romnì e compi un reato non ti verranno sottratti i figli.

giovedì 27 aprile 2017

Lanciano (CH), il 20ennale della Beatificazione di Zeffirino Jiménez Malla

In tutto il mondo cattolico il 4 maggio si celebra il 20ennale della Beatificazione di Zeffirino Jiménez Malla, primo rom ad essere proclamato beato nella storia della Chiesa cattolica. In Italia le celebrazioni avranno luogo nella Chiesa di San Antonio a Lanciano (CH), il 4 maggio 2017 dalle ore 9:00 fino alle ore 18:00.

Zeffirino Jiménez Malla, detto "El Pelè", è stato reso Beato il 4 maggio 1997 da Papa Giovanni II che lo proclamò "Patrono di tutti i Rom del mondo". Per celebrare la ricorrenza l'associazione Them Romano Nella Luce Del Beato "Pelè" con presidente Antonietta Spinelli, ha organizzato le celebrazioni nella Chiesa di San Antonio, dove interverranno molti esponenti del mondo rom e del mondo religioso, a partire da Monsignore Riboldi di Milano, promotore in Italia della santificazione di Zeffirino Jiménez Malla.

lunedì 24 aprile 2017

25 aprile, sinti e rom per la Liberazione


Giovani sinti e rom, sfuggiti al Porrajmos, si battono e muoiono eroicamente per la Liberazione del loro Paese, l'Italia. Sono
 Giuseppe “Tarzan” Catter, eroe partigiano sinto, ucciso dai fascisti nell’Imperiese, il suo distaccamento ne prese il nome, decorato al valore; Walter “Vampa” Catter, eroe partigiano sinto, Martire di Vicenza, fucilato l’11 novembre 1944; Lino “Ercole” Festini, eroe partigiano sinto, Martire di Vicenza, fucilato l’11 novembre 1944; Silvio Paina, eroe partigiano sinto, Martire di Vicenza, fucilato l’11 novembre 1944; Renato Mastini, eroe partigiano sinto, Martire di Vicenza, fucilato l’11 novembre 1944; Giacomo Sacco, partigiano sinto, partecipa alla liberazione di Genova; Giuseppe “Tzigari” Levakovich, partigiano sinto nella Brigata “Osoppo” in Friuli Venezia Giulia; Rubino Bonora, partigiano sinto nella Divisione “Nannetti” in Friuli Venezia Giulia; Amilcare “Corsaro” Debar, partigiano sinto, staffetta e poi partigiano combattente nella 48° Brigata Garibaldi “Dante Di Nanni”; Vittorio “Spatzo” Mayer, partigiano sinto in Val di Non; Mirko Levak, partigiano rom, scampato dal campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau si unisce ai partigiani; Fioravante Lucchesi, partigiano sinto nella Divisione Modena Armando; Battaglione “I Leoni di Breda Solini”, formato unicamente da sinti italiani, fuggiti dal campo di concentramento di Prignano sul Secchia (MO), operò nel mantovano.

Santino Spinelli: servizio tg4 razzista e mendace

Il prof. Spinelli annuncia azioni legali nei confronti del Tg Mediaset. L'edizione del TG4 delle 19,30 del 19 Aprile 2017, ha visto la messa in onda di un servizio relativo all'iniziativa promossa dall’Associazione Culturale Thèm Romano ONLUS presieduta dal Prof. Santino Spinelli, in arte “Alexian”.

«Partendo da una notizia vera, ovvero l'organizzazione della Seconda Edizione del "Rom Summer School" a Lanciano (CH) che si terrà dal 1 all'8 Agosto 2017, la redazione del TG4 ha effettuato un montaggio del servizio volutamente denigratorio dell’iniziativa, utilizzando immagini non pertinenti, appartenenti ad altri contesti, palesando non solo lo scopo sprezzante, ma anche una completa ignoranza dell’argomento».

E' quanto scrive in una nota il Prof. Spinelli che aggiunge: «Con il presente comunicato vogliamo rendere noto che stiamo valutando la possibilità di adire vie legali nei confronti dell’autrice del servizio, la Signora Simona Peverelli ed il Direttore della testata giornalistica TG4, Mario Giordano per istigazione all’odio razziale».

lunedì 10 aprile 2017

La via dell'interazione

Come affrontare la sfida della convivenza tra differenti culture? La soluzione può essere cercata in una coesistenza senza convivenza per evitare lo scontro tra realtà inconciliabili o l’integrazione, che però mira a una società omogenea e che, inevitabilmente, presuppone una cultura che integra e una che è integrata? La questione è stata affrontata da Gustavo Zagrebelsky il 5 febbraio 2007 in uno degli appuntamenti dei Lunedì dell’Accademia della Carità. Secondo Gustavo Zagrebelsky la possibile risposta è l'interazione, vale a dire nella volontà di culture differenti a entrare in rapporto per definire sé stesse e, al tempo stesso imparare l’una dall’altra per costruire insieme.