giovedì 8 settembre 2011

ENEL: stop al forfait (fornitura temporanea)

L'ENEL e tutte le Aziende che distribuiscono l'energia elettrica stanno modificando i contratti di fornitura temporanea (forfait), in base alla Delibera n. 67/10 dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas. Da questo mese l'ENEL ha abolito il pagamento a forfait introducendo il pagamento a consumo con due tipologie di contratti senza misura della potenza per tutte le utenze, spettacoli viaggianti compresi (clik sulla foto).
La delibera n. 67/10 è di difficile comprensione ma in sintesi le novità sono due:
- il costo dell'utenza non sarà più calcolato a forfait, ma secondo il consumo con il posizionamento di contatori elettronici;
- il contratto dovrà essere stipulato almeno 27 giorni lavorativi prima per gli allacci entro i 30 KW.
Rimarrà la fatturazione anticipata che sarà una sorta di deposito cauzionale, con il meccanismo di conguaglio sulla base dei consumi effettivi rilevati al termine della fornitura. Con l'ENEL potranno essere stipulati contratti per kw: 1,5; 3; 4,5; 6; 10; 15; 20; 25; 30.
Chi utilizza queste forniture? Tutti quei soggetti che hanno bisogno di una fornitura elettrica temporanea, tra cui: gli operatori dello spettacolo viaggiante e molte famiglie sinte e rom che abitano in terreni privati con case mobili e/o roulotte.
Questo riordino dei contratti è stato praticamente improvviso, qualche notizia frammentaria nel maggio scorso ma niente di più. La delibera dell'Autorità è del 2010 ma di fatto non è mai stata fatta nessuna comunicazione, da parte dell'ENEL o da parte di altri gestori, ai clienti finali che oggi si trovano in confusione. La comunicazione sui nuovi contratti è stata data alle persone nel momento che si sono recati all'ENEL per sottoscrivere un nuovo contratto.
Di conseguenza molte persone che usufruiscono di tale servizio sono in ansia perchè ad oggi non è arrivata nessuna comunicazione e non è stata data nessuna spiegazione su quali saranno i costi effettivi. Le prime persone che hanno stipulato un contratto, con le nuove modalità, hanno corrisposto all'ENEL circa euro 350,00 per la stipula di un contratto per un mese di fornitura di kw 1,5 e circa euro 440,00 per la stipula di un contratto per un mese di fornitura di kw 4,5. Fino al mese scorso, le persone sapevano chiaramente quali erano i costi perchè pagavano in anticipo il dovuto all'atto della stipula del contratto, oggi non è più così e l'insicurezza è tanta anche in considerazione alla crisi che sta colpendo in maniera devastante.
L'associazione Sucar Drom, la Federazione Rom e Sinti Insieme, l'associazione Nevo Drom, l'associazione Sinti Italiani e altre associazioni già dalle prime notizie (questo il fax simile della lettera inviata nel mese di maggio 2011) hanno inviato richieste di chiarimenti e richieste d'incontro all'ENEL che ha risposto in maniera contraddittoria. Fino a pochi giorni fa alcuni operatori dell'ENEL hanno riferito che era impossibile mettere in pratica tale nuova modalità contrattuale. E' stata inoltrata una richiesta d'incontro anche con il Presidente dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas che, ad oggi, non ha risposto. Per informazioni e segnalazioni: carlo.berini@sucardrom.eu, cellulare 345 6123932

4 commenti:

Anonimo ha detto...

come faremo adesso e sopratutto d inverno che le campine non sono calde come le case e che non ci concedono gli spiazzi tanto tempo prima

u velto ha detto...

ciao Anonimo, il problema è evidente. abbiamo chiesto di sospendere la delibera n. 67/10 all'Autorità per l'energia e il gas e di istituire un tavolo tecnico con tutte le associazioni nazionali.
Ad oggi non c'è stata la sospensione ma è stato istituito il tavolo tecnico che dovrebbe incontrarsi nele prossime settimane.
Sarebbe opportuna una riunione di coordinamento tra tutte le associazioni (spettacoli viaggianti compresi), speriamo di riuscirci per parlare all'Autorità con un unica voce.
Se ci sono novità le pubblicheremo in questa pagina.

Anonimo ha detto...

che gli venisse il cancro ai testicoli a chi ha inventato i contatori x i giostrai...

u velto ha detto...

ciao Anonimo, non condividiamo la tua esternazione!