mercoledì 21 maggio 2008

Brescia e Mantova, atti di violenza contro Rom e Sinti

In queste ore continuano le segnalazioni da tutto il Nord Italia di violenze, di solito verbali, contro le famiglie sinte e rom. Nei supermercati molte famiglie sono state allontanate mentre facevano la spesa ma le più gravi sono quelle subite dalle bambine e dai bambini sinti e rom a scuola. Già da alcuni mesi sono state segnalate diverse violenze avvenute nelle scuole. Anche gli insegnanti sembrano improvvisamente cambiati e molti bambini si rifiutano di andare a scuola, hanno paura.
Il caso accaduto ieri a Brescia è esemplificativo. Una bambina di otto anni, appartenente alle minoranze sinte, è stata aggredita dalle sue compagne e dai suoi compagni di classe perchè sinta. «Non devi venire a scuola!», «Sei una “zingara”!» «Siete ladri di bambini!». La mamma di questa bambina ha naturalmente protestato e l’Associazione Sucar Drom si farà carico di sentire il Dirigente scolastico nelle prossime ore. Ma non è finita. La mamma con la bambina tornano a casa a piedi molto tristi, hanno un piccolo terreno di loro proprietà nella periferia di Brescia. Mentre sono in un uno spiazzo vicino a casa alcuni adolescenti si avvicinano e iniziano a tirare sassi contro la mamma e la bambina di otto anni. Tirano sassi e gridano: «Sporchi "zingari" andatevene!», «Noi non vi vogliamo!», «Siete degli sporchi “zingari”!», «Ladri di bambini!».
Ma non c’è solo questo, dopo i pogrom di Napoli e le molotov a Novara e Milano anche a Mantova, precisamente nel Comune di Marcaria, una famiglia di Rom Kalderash è stata fatta oggetto di lancio di una bomba carta e di una bottiglia molotov, nella notte tra sabato 17 e domenica 18 maggio 2008. Per fortuna non ci sono state conseguenze se non un grande spavento e molta paura. Sono stati chiamati i Carabinieri che hanno steso un verbale.
La famiglia svolge l’attività lavorativa di calderai in maniera itinerante da moltissimi anni. Un’attività tramandata di generazione in generazione. Questa famiglia è sempre stata presente nel mantovano durante il mese di maggio, offrendo i propri prodotti artigianali ad alberghi, ristoranti e anche a privati cittadini.
Come già scritto la paura è stata grande per questa famiglia che risiede nel veneziano e l’associazione Sucar Drom, dopo aver segnalato il caso alle Autorità competenti, sta aiutando la famiglia a fermarsi per una settimana nel Comune di Mantova.

22 commenti:

xpisp ha detto...

Volevo segnalare che oggi al semaforo per non aver voluto elargire nulla alla ragazza che mi porgeva il bicchiere ho ricevuto insulti in parole che non comprendevo ma dal tono e dallo sguardo chiarissime.
Posso sentirmi aggredito?

Carlo Berini ha detto...

ciao Xpisp, ho visto che in questi giorni hai imperversato...
per quanto riguarda la ragazza puoi sentirti insultato o se vuoi... oggetto di violenza verbale ma rimane il fatto che il messaggio non lo hai capito e quindi la tua è sempre e solo un'impressione.

Anonimo ha detto...

hai capito che bel paraculo che sei Carletto. Xpisp impara il tedesco così la prossima volta che la vedi sarai tu ad insultarla...tanto non capisce quello che dici?!?

Giancarlo ha detto...

no... solo ti ha mandato a fare nel culo, brutto taccagno.
Comunque lo sai come siamo fatti noi meridionali, subito ce ne approfittiamo e, quindi, colgo l'occasione per mandarti, italianamente, di nuovo affanculo.
Notte...

Anonimo ha detto...

caspita! stai perdendo la calma ...GianCarlo non è da te! se cominci ad insultare tutti gli italiani,per di più in italiano, beh..allora siamo caduti proprio in basso...prova ad insultarmi in lingua Romanì...dai puoi farcela!è semplice! va beh..non ci riesci! prova ad andare da Carlo così ti insegna qualcosa...magari l'educazione!

Carlo Berini ha detto...

ciao Anonimo, se la vuoi mettere sulla rissa, quì non avrai spazio.

Anonimo ha detto...

ah Carlo ma stasera non hai sonno? guarda che sono io quello che è stato insultato. comunque non ho voglia di litigare con nessuno ma tu una risposta migliore potevi darla a xpisp ..sono mesi che scrive sul tuo blog!secondo me in fondo in fondo gli stai simpatico altrimenti si sarebbe stufato mentre tu oramai ti sei infastidito per come ti ronza intorno. dimmi se sbaglio?

Carlo Berini ha detto...

ciao Anonimo, questo non è il mio blog ma è uno spazio gestito da più persone che si riconoscono nei valori promossi dall'Istituto di Cultura Sinta.
Xpisp non lo capisco. Abbiamo dialogato per tanti mesi ma oggi mi sembra che più che dialogare voglia provocare e quindi questa sera nel leggere i tanti commenti mi sono, come dici tu, infastidito. Forse sono stato troppo duro ma oggi, capirai anche tu, non abbiamo molta voglia di ripetere concetti ripetuti per mesi.

Anonimo ha detto...

Carlo...non ti abbattere!!!sai quando ero più giovane ero per la pena di morte! pena di morte per tutti..hai stuprato...a morte...hai ucciso...a morte. una morte continua! tutti intorno a me a cercare di farmi cambiare idea, il prete, il catechista,il capo scout, il panettiere, il farmacista...tutti!! ho impiegato quasi 10 anni per capire che era una cazzata! ma alla fine l'ho capito! se ti stufi tu che sei il più tosto ....non perdere la calma!magari ultimamente è lui ad avere la luna storta...non si è mai pronunciato così duramente come negli ultimi tempi. il clima si è fatto teso Carletto!

Giancarlo ha detto...

Buongiorno...
Io non ho perso la calma.

Troll - nel gergo di Internet è detto un individuo che interagisce con la comunità tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente stupidi, allo scopo di disturbare gli scambi normali e appropriati. Spesso l'obiettivo specifico di un troll è causare una catena di insulti (flame war); una tecnica comune consiste nel prendere posizione in modo plateale, superficiale e arrogante su una questione già lungamente (e molto più approfonditamente) dibattuta, specie laddove la questione sia già tale da suscitare facilmente tensioni sociali (come un'annosa religion war). In altri casi, il troll interviene in modo semplicemente stupido (per esempio volutamente ingenuo), con lo scopo di mettere in ridicolo quegli utenti che, non capendo la natura del messaggio del troll, si sforzano di rispondere a tono. Se un troll viene invece ignorato (in genere la contromisura più efficace), solitamente inizia a produrre messaggi sempre più irritanti ed offensivi cercando di provocare una reazione, per poi abbandonare il gruppo.

Per questo motivo anche io ho deciso di ignorarti ma per pura soddisfazione personale prima di farlo ho inteso parteciparti il mio più sentito: vaffanculo. Punto.

Anonimo ha detto...

giancarlino....sei un vero signore. ti ringrazio sentitamente per la tua civile partecipazione a questo blog,penso sempre che le persone come te possano arricchire veramente questa società con le tue perle di saggezza, perchè è indubbio che tutto quello che dici è di vitale importanza per le battaglie che vengono combattute su questo sito, da questa associazione e dalle persone che ruotano intorno a questo mondo. anche oggi abbiamo tutti imparato qualcosa da te con questi messaggi ricchi di speranza,pace e riconciliazione nazionale,appena incontro Napolitano ti proporrò per un tuo cavalierato i tuoi genitori ne saranno fieri! si vede che ti hanno mandato alla Montessori quando eri piccolo.
cordiali saluti

xpisp ha detto...

Ciao Giancarlo.
Ti ho posto delle domande ma non hai risposto.
Devo dirti che hai seri problemi di lettura, ho subito la censura su commenti dove non solo non insultavo ma esponevo il mio pensiero in maniera pacata senza fare affermazioni discriminatorie...cosa che tu ...un pò hai fatto.
La verità è che faccio domande antipatiche perciò è + interessante lasciare il commento di uno che augura il cancro a chiunque che rispondere a domande che ovviamente metterebbero in cattiva luce ANCHE la parte rom.
La mia era una battuta? Può essere però è singolare che se una bambina pare venga insultata(come dite voi non ci sono le prove, lei dice una cosa gli altri un'altra...indi) si tratti di discriminazione, mentre invece il quotidiano insulto verbale e gestuale delle signorine che aspettano al semaforo per lavarti il vetro...sia una cosa da comprendere o maleducazione isolta(di quelle 4/5 di quel semaforo, e di quelle dei semafori successivi).
Sono arrabbiato...certo, ovvio, sono arrabbiato per le prese di posizione e per i provvedimenti da fascisti di questo spazio.
Mi fanno invece ridere le persone come te che risolvono le cose con 2 affermazioni "troll" e insulti..mancanza di argomenti?

Carlo...risposte???
Tipo..cosa hanno fatto dal '91 ad oggi i residenti del campo di ponticelli(dico residenti perchè non sono tutti rom come dimostrato dall'inchiesta di Everyone con approfondite ricerche).
mi ricordi dov'era la risposta?
O come quando ho chiesto...la corrente per far funzionare quelle parabole o quei televisori(che il figlio della mala voleva rubare) del campo da dove arrivava?

Giancarlo un'ultima cosa...che la vita ti riservi sempre d'incontrare persone splendide come te.

Anonimo ha detto...

ma lascialo perdere.....digli di si...hai ragione Giancarlo...si ..si...bravo giancarlo!!!almeno è contento!

Carlo Berini ha detto...

ciao Xpisp, come sucardrom ha già scritto tutti i commenti che potrebbero alimentare un clima già molto pesante saranno cancellati.
posso capire il tuo disappunto ma penso che anche tu possa capire le nostre ragioni.
sui residenti a Ponticelli come in altre situazioni abbiamo spiegato fino all'inverosimile che o si governa l'immigrazione o il risultato sono le baraccopoli. ...e se tutti i Paesi europei lo fanno con politiche serie di accoglienza non riesco a capire perchè l'Italia non lo facca. l'unica riposta è: sono rom. e allora non posso che affermare che l'Italia discrimina i Rom.

xpisp ha detto...

Ma per governare l'immigrazione cosa s'intende? limitazioni agli ingressi?
E' singolare che residenti a ponticelli dal '91 dopo 17 anni siano ancora nelle medesime condizioni...nessuna responsabilità loro?
Seconda domanda...la corrente ai rom di ponticelli...chi l'ha pagata in questi 17 anni?
Ultima domanda...come mai se negli altri paesi vengono accolti così bene vengono in Italia(questa risposta non l'ho mai trovata..tu che conosci queste persone sai darmi una risposta?)

Carlo Berini ha detto...

ciao Xpisp, come governare l'immigrazione? Rispondo nello spazio di un commento. Arriva una famiglia di Rom rumeni in uno dei territori dove operiamo:
1) accoglienza in una struttura comunitaria per un massimo di dieci giorni per capire da chi è formata questa famiglia (inciso: la persona accusata del delitto Reggiani sarebbe stata rispedita in Romania per scontare la pena comminatagli nel Paese di origine)
2) assegnazione di un appartamento e di un assegno mensile per il sostentamento;
3) attivazione dei programmi lavoro e scolarizzazione, coordinati da mediatori culturali rom;
4) inserimento nei programmi di interazione per la promozione delle culture sinte e rom.
Alla fine di questo percorso se la famiglia non raggiunge i requisiti prescritti dalla normativa europea si attiva un progetto di rientro in Romania.
Non penso che sia impossibile attivare queste semplici azioni che sono attuate regolarmente negli altri Paesi europei, io però mi chido quando mai ci riuscirà l'Italia?

xpisp ha detto...

2) assegnazione di un appartamento e di un assegno mensile per il sostentamento;

questo è il problema...ci sono i fondi?
Se si mi chiedo perchè si sia arrivati a dover comprare le medicine per chi è ricoverato in ospedale.
Che ci siano enormi sprechi sono d'accordo, ma ti chiedo, prima i problemi esterni o i problemi interni?
Perchè bambini con gravi handicap che devono essere operati all'estero non ricevo aiuti dallo stato e invece si dovrebbero aiutare persone che non si conoscono?
ti chiedo poi, se queste regole semplici vengono attuate nei paesi europei...come mai queste persone vengono in un paese così inospitale e ci restano? Come mai le persone, giustamente spaventate e depresse del campo di ponticelli che ho visto intervistate hanno dichiarato che tornavano indietro dove non avevano nulla invece che spostarsi in uno dei tanti paesi europei così accoglienti?
Non è una provocazione, sto cercando di ragionare seriamente con te nonostante tu oramai valuti tutto come "provocazioni".
Però suona strano che tanti rom siano arrivati e rimasti in un luogo così inospitale quando l'europa è piena di Stati che finanziano strutture così accoglienti.
chiudo dicendo che allo stato attuale il punto del rimpatrio in Italia non funziona...quindi andrebbe a cadere il tutto.

ps
hai notato i rapporti di densità di popolazione riportati non ricordo + in quale commento? dici che il fatto che tra francia,spagna,grecia il fatto che l'Italia sia quella con + alta densità di popolazione non possa essere la causa di tale situazione di tensione?

sucardrom ha detto...

ciao Xpisp, la Spagna ha ricevuto 60 milioni di euro sulla questione rom. l'Italia, come dichiarato da Barroso a dicembre 2007, non ha richiesto i fondi... il resto sono chiacchiere da bar.

xpisp ha detto...

uindi noi potremmo chiederne circa 11 milioni(fatte le proporzioni tra popolazione presente in italia e presente in spagna) che risolverebbero tutti i problemi.
Certo 11 milioni....ma la sola roma non ne spende 2 solo in acqua e rifiuti?

Chiacchere da bar

sucardrom ha detto...

ciao Xpisp, ogni Paese europeo può chiedere finanziamenti a seconda delle proprie necessità ma è pur vero che ogni Paese deve metterci anche dei propri soldi.
sulla questione dei due milioni di euro che sono in effetti un'enormità, devi considerare che la maggior parte dei soldi viene spesa perchè il Comune di Roma si ostina a voler utilizzare i wc chimici nei "campi" autorizzati.
questo sistema ha dei costi esorbitanti che sarebbero eliminati con un sitema di fognatura normale ma si sa meglio lasciare dei Cittadini in "bilico" per trent'anni che non pensare a delle soluzioni civili.
inoltre, ancora oggi in alcuni insediamenti l'acqua viene portata con delle cisterne ogni giorno (sistema molto costoso), perchè sempre per la considerazione: "se li facciamo penare magari se ne vanno" non si vogliono spendere poche decine di migliaia di euro per l'allaccio all'acquedotto pubblico.
alcuni anni fa Carlo Berini ha affiancato Medici Senza Frontiere in un progetto su Casilino 700, oggi sostitito da via del Salone. si voleva portare l'acqua corrente (tre fontanelle) in un'insediamento che vedeva la presenza di un migliaio di persone che fino ad allora erano riforniti con una cisterna da quattromila litri (circa 4 litri al giorno per persona, una persona in Italia ne consuma dieci volte di più) che arrivava sempre ad orari diversi costringendo una persona per famiglia a rimanere in attesa tutto il giorno.
quel progetto, finanziato completamente da MSF, è stato ostacolato in tutti i modi dal Comune di Roma e alla fine, dopo scontri durissimi con l'amministrazione Rutelli, si è riusciti a portare a termine il progetto in venti mesi. l'opera tra progettazione e realizzazione abbisognava di 25 giorni.
questa purtroppo è la realtà...

xpisp ha detto...

20 mesi=25 giorni..in Italia è la triste normalità.
Per il resto...che devo dirti, queste cose dovrebbero avere un'eco maggiore...ma come al solito anche l'informazione non discrimina, fa schifo sia per il rom che per l'italico essere.
resta sempre da valutare..chi avrebbe poi pagato quell'acqua.
ma quà subentra quella mia sfiducia che se sempre presente bloccherebbe qualsiasi progetto.
Quindi, personalmente ci proverei e sarei felice di sapere che esiti ha avuto questa miglioria.
Vorrei anche sapere che frutti ha dato(l'avevo già chiesto ma Carlo è un pò alterato col sottoscritto) come sta andando il progetto delle case affidate ai rom nel mantovano(?).

Angela Navejas ha detto...

Nice Info! This is very nice informative blog thanks for sharing this and keep sharing.


Citizenship with Italy | Italian Records