martedì 6 maggio 2008

L'ipocrisia dei politici italiani

Sono stati bloccati dalla Digos di Verona gli ultimi due presunti componenti del gruppo che ha picchiato a morte Nicola Tommasoli la notte del primo maggio scorso nel centro di Verona. Si tratta di Federico Perini, di 20 anni, e di Nicolò Veneri, di 19 anni, entrambi veronesi.
I due sono stati rintracciati la notte scorsa al loro arrivo all'aeroporto di Bergamo con un volo low cost proveniente da Londra. Erano fuggiti subito dopo l'aggressione con l'auto della madre di Perini, diretti in Austria. Da qui si sono spostati in Germania e successivamente con un volo hanno raggiunto Londra. Federico Perini, di 20 anni, e Nicolò Veneri, di 19 anni, sono rientrati all'aeroporto di Orio al Serio con un volo giunto intorno alle 22.30, dopo aver finito i soldi racimolati prima di scappare. All'arrivo c'erano ad attenderli gli agenti. Hanno confessato poco dopo in questura.
Dopo il consenso dei genitori e il via libera della procura di Verona sono stati prelevati nella notte all'ospedale Borgo Trento il fegato, i reni e il pancreas di Marco Tommasoli. Non sono stati espiantati invece il cuore e i polmoni, perchè l'autorità giudiziaria potrebbe aver richiesto ulteriori accertamenti da eseguire nel corso dell'autopsia per determinare con precisione le cause del decesso del giovane. Secondo le esigenze della rete trapiantologica del Nord Italian Transplant il fegato sarà trapiantato a Verona, un rene a Bergamo e uno a Verona mentre il pancreas all'ospedale S.Raffaele di Milano.

Questa la cronaca di quanto è successo nella città scaligera, rimangono i commenti politici che lasciano interdetti. Nessun politico ha dichiarato: tolleranza zero contro i razzisti. Anzi in molti si sono subito prodigati a occultare la verità.
Esemplare l’intervento del Sindaco di Verona, Flavio Tosi, che ha dichiarato: “la realtà è che sono dei disgraziati, dei ragazzi senza valori che non rappresentano sicuramente i giovani d'oggi nè Verona”. Forse non ricorda che il suo successo elettorale a Verona nasce proprio da una condanna per istigazione all’odio razziale, eppure se ne vanta in ogni occasione. La condanna è la sua medaglia al valore di padano doc.
Non meno esemplare l’intervento di Gianfranco Fini, Presidente della Camera dei Deputati, che ha dichiarato: “peggio Torino di Verona” accomunando due situazioni che hanno si matrici comuni, l’odio etnico, ma bruciare una bandiera è ben diverso che ammazzare una persona.
Fini, paladino della destra romana e Tosi, paladino della lega veneta. Due uomini politici che nelle rispettive città hanno fomentato l’odio contro il diverso. Ricordiamo che Fini, come un avvoltoio, è andato sul luogo del delitto Reggiani, dove alcuni giorni dopo i neo fascisti hanno cercato di bruciare vivi i Rom che abitavano in una baraccopoli lì vicina.
Pochi giorni fa Stefano Rodotà è intervenuto denunciando la ventata razzista e forcaiola che attraversava il Paese. Oggi un evento, quello di Verona, scuote molte persone. Noi ci chiediamo il perché nessuno si è indignato o scosso dopo l’attacco incendiario alla baraccopoli di Tor di Quinto o al campo di Opera (MI) allestito dalla protezione civile. Forse perché non erano coinvolti Cittadini italiani?

8 commenti:

xpisp ha detto...

questo commento lascia attoniti per la totale mancanza di coerenza e chiarezza.
Mi si spieghi dove è il gesto discriminatorio nell'omicidio del ragazzo di verona?
Discriminazione nei confronti di chi non dà una siga?
Vi inviterei a leggere l'intervista degli amici sopravvissuti al pestaggio, questi imbecilli assassini non hanno detto nulla durante il pestaggio, non hanno insultato, non hanno detto frasi ingiuriose o accenni a qualsivoglia forma di discriminazione, non hanno detto "comunista di m..." non hanno detto cappellone del..." non hanno detto nulla...come il nulla che c'è nel loro cervello.
Mi si spieghi quindi dov'è il gesto discriminatorio, io vedo solo un gesto idiota portato alle massime conseguenze da punire con il massimo della severità senza sconti e senza ma.

Punto secondo, Torino, trovate poco discriminatorio bruciare, volendo ribadire la negazione al diritto d'esistere, la bandiera di un paese?
Perchè questo è il significato che viene dato quando , mentendo, si racconta la favola delle bandiere bruciate dalla lega nord...o per quella d'israele il significato è " vi vogliamo bene?"
Li si che c'è un chiarissimo significato antisemita....ma quello...è giusto...vero?!


la cosa che + mi ha schifato in questi giorni è il tentativo di usare una morte per fini politici....veramente disgustoso.
disgustoso chi ha voluto classificare 5 idioti in un gruppo(che detesto) di cui non fanno parte,
Disgustoso chi ha voluto inserirli in un contesto sociale al quale non appartengono(verona bene, mentre sono persone normalissime)
Insomma si doveva classificare per poter trarre un profitto propagandistico...sulla morte di un ragazzo...che schifo.

sucardrom ha detto...

ciao Xpisp, i cinque ragazzi sono accusati di omicidio doloso volontario. La decisione è stata comunicata dal capo della Procura di Verona Guido Papalia che ha commentato il grave episodio della notte del primo maggio: "Gli accertamenti vanno fatti - ha detto Papalia - perche' si dovra' vedere se il dolo e' eventuale, diretto o intenzionale ma l'accusa e' certamente quella di omicidio doloso o volontario. La matrice del delitto e' nazifascista, ma i cinque giovani hanno assorbito da questa solo la matrice razzista nel senso che si e' voluto colpire il diverso".

Carlo Berini ha detto...

ciao Xpisp, consideriamo le due situazioni in uguale modo, perchè tutte e due hanno una matrice razzista. Riteniamo però che vi sia una diversità di responsabilità, anche penale, tra il bruciare una bandiera ed ammazzare una persona.
secondo il sottoscrtto tutti e due i comportamenti dovrebbero essere perseguiti penalmente ma le pene dovrebbero essere differenti, come in effetti sancito dalle legislazione vigente.
Detto questo voglio puntualizzare che in questo spazio web, e non solo, sono intervenuto personalmente per condannare una certa sinistra, e non solo, che si dichiara antisionista, ovvero contro lo Stato d'Israele come è oggi. Infatti in molti negano la soluzione dei due stati, israeliano e palestinese, e vorrebbero un solo stato unitario. Magari sotto l'egida dell'Onu, insomma un nuovo protettorato.
Personalmente sono fermamente contrario a qualsiasi forma di antisionismo perchè è un modo subdolo e razzista per stigmatizzare il popolo ebraico.
Posso essere a favore o contrario a singoli provvedimenti del governo israeliano ma mai metterò in discussione l'esistenza di Israele così come è stato pensato e costruito dagli ebrei.
Inoltre, sono indignato da certe affermazioni di Dalema funzionali alla missione in Libano, quando proponeva di costruire un dialogo con Hamas. Penso che non solo non bisogna parlare con chi nega l'esistenza dello Stato israeliano ma si debba perseguire con forza.
I razzisti devono essere isolati e colpiti sempre e ovunque, sia in Medio Oriente che in Italia.
I fatti di Torino e tutte le polemiche sorte intorno al Salone del Libro le trovo aberranti e da contrastare con forza. Mi è molto piaciuta la trasmissione di Gad Lerner che ha focalizzato bene la questione e mi batterò personalmente perché certe idee siano sconfitte.

sucardrom ha detto...

ciao Xpisp, è ridicolo affermare: "la cosa che + mi ha schifato in questi giorni è il tentativo di usare una morte per fini politici".
Sono due anni che qualsiasi fatto di cronaca è strumentalizzato da una certa destra per cacciare sinti e rom.
Ti ricordiamo che nessuno ha mia strumentalizzato quello che è successo perchè nessuno ha chiesto: l'espulsione dei veronesi dall'Italia o la cacciata delle famiglie dei ragazzi coinvolti nell'omicidio o la distruzione delle case sempre dei ragazzi coinvolti nell'omicidio o... tutte cose invece invocate ed eseguite contro le famiglie parenti di Marco Hametovic, tanto per fare un esempio conosciuto da tutti.

Anonimo ha detto...

Ragioniamo un pò di quello che sta succedendo oggi in Italia...quardiamoci un pò in giro...torniamo indietro e gurdiamo il perchè dei ragazzi così giovani sano già che cosè l'odio razziale, così forte da commettere un omicidio...prendiamo e mescoliamo tutto insieme...e per una volta ogni cento anni diciamoci la verità...ammetiamo di chi e veramente la colpa, chi sta manifestando e portando l'odio raziale e la discriminazione nelle case e menti dei giovani italiani, tramite i mas media ecc,ecc. discriminazione e odio razziale che si sta propagando sempre più...tutto questo grazie ai grandi politici italiani...

xpisp ha detto...

sucar, Marco Hametovic,ma è rom o no visto che cambia origine ogni giorno?, è quello che,con precedenti penali ha preso 6(SEI) anni di galera per aver ucciso 5 ragazzi.
Questi, giustamente, rischiano qualche annetto in +.....
Se poi fra qualche mese uscirà un deficente che vuole sfruttare l'immagine anche di questi 5 assassini....posso garantirti che mi ribellerò come l'ho fatto per Marco.

Infine....non è folklore o propaganda il fatto che i reati commessi dagli extracomunitari sia in continua crescita e in proporzioni spaventose rispetto a quelli "locali"

sucardrom ha detto...

ciao Xpisp, Marco Hametovic è rom. Su chi vi sono dubbi è il presunto assassino della Reggiani. Su Marco Hametovic siamo sempre più convinti che sia stata fatta un'ingiustizia perchè tutti i casi intorno a noi di persone che nelle stesse condizioni di Hametovic hanno ammazzato anche sei persone, non sono mai finite in carcere. Marco oggi è in carcere. Stiamo cercando le statistiche del ministero di giustizia.
Certo che i reati sono saliti ma non perchè gli immigrati sono brutti o cattivi ma perchè in moltissime aree del nord si è passati da una presenza del 2/3% a una presenza che in molti casi supera il 10%.
Capirai anche tu che se in Italia ci fosse solo un milione di persone i reati sarebbero molto meno di quelli che in effeti ci sono in un Paese di cinquantasei milioni di persone.

xpisp ha detto...

si ma se il 10% della popolazione è causa del 50% dei reati...qualcosa non funziona...o sbaglio?
Vero è che spesso questi reati sono perpetrati contro altri extracomunitari....ma per me restano reati..tu cosa ne dici?