lunedì 23 febbraio 2009

L'Associazione Sinti Italiani manifesta in diverse Città italiane

L’associazione Sinti Italiani, attraverso un comunicato del Presidente Davide Casadio (in foto), ha indetto diverse manifestazioni nel Nord e nel Centro Italia per farsi conoscere. Le manifestazioni si terranno sabato 28 febbraio 2008 a Vicenza, Pavia, Reggio Emilia, Prato, Rimini, Brescia e Verona (Veneto, Emilia Romagna, Lombardia e Toscana).
Le manifestazioni saranno, alla mattina in contemporanea, davanti alle Prefetture di queste città per chiedere il riconoscimento dei diritti di minoranze per i Sinti italiani. La minoranza sinta è in Italia dal 1400 e ha portato in tutta l’Europa lo spettacolo viaggiante (circhi e giostre).
Saranno manifestazioni pacifiche e autorizzate, dove non si protesterà contro qualcosa ma si chiederà il rispetto e il riconoscimento delle popolazioni sinte in Italia.
L’associazione Sinti Italiani chiede il riconoscimento di uguaglianza. Uguali diritti e doveri per una minoranza non ancora riconosciuta. Ma anche legalità e rispetto delle diversità culturali, quindi reciproco riconoscimento e rispetto. Non solo integrazione ma interazione da ambo le parti.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Giustamente, l'associazione Sinti italiani chiede uguaglianza.
Anche voi di Sucar Drom volete che sia riconosciuta la minoranza etnica e linguistica rom e sinta, e chiedete che ai Rom e ai Sinti siano dati i diritti derivanti dall'appartenenza a questa cultura non ufficialmente riconosciuta. Nel frattempo vi premurate di favorire i rapporti tra le istituzioni e tra le persone, fate la mediazione dei (tra virgolette) conflitti e denunciate in modo civile i soprusi o gli abusi come quando persone che vivono da anni in una città vengono spostati da un insediamento all'altro.
Allora, visto che queste persone sono cittadini italiani, come sempre andate ripetendo nella maggior parte dei casi, perché al posto di dire che questi Rom e Sinti sono italiani non dite che questi Italiani sono rom e sinti? Pensate che come italiani non avranno le stesse agevolazioni?
Comunque, come sono le cose adesso, sembra quasi che le persone sono rom "o" italiane (così pensa molta gente); invece sono rom "e" italiane.

Cro.

sucardrom ha detto...

ciao Cro., condividiamo quello che dici e nella stragrande maggioranza dei casi affermiamo che i Sinti e i Rom italiani sono: Cittadini italiani appartenenti alle minoranze sinte e rom.
ma è indubbio che in Italia ci sono anche Rom immigrati e quindi qunado dobbiamo parlare di tutti i Sinti e Rom, presenti in Italia, non possiamo sempre usare la dicitura da te indicata.