martedì 17 febbraio 2009

A Milano una grande manifestazione










Oggi a Milano i Sinti italiani hanno manifestato. Un lungo corteo è partito nel primo pomeriggio da piazzale Loreto e ha attraversato la Città meneghina terminando in piazza Duca d’Aosta nel tardo pomerriggio. Tantissimi i Sinti italiani arrivati da tutte le parti d’Italia ma anche Rom italiani e Rom immigrati che si sono uniti alla prima manifestazione nazionale organizzata dall’associazione Sinti Italiani, in collaborazione con le associazioni Nevo Drom e Sucar Drom.
Chi ha partecipato alla manifestazione è rimasto impressionato, mai si era vista in Italia una manifestazione così imponente, tanto da bloccare per un chilometro tutto corso Buenos Aires. Un lungo serpentone che ha manifestato per chiedere al Governo e al Parlamento lo stralcio degli articoli 42 e 50 dal ddl 733. Ma non solo perché i tantissimi striscioni hanno rappresentato un mondo troppo spesso negato se non cancellato.
Appassionate parole, canti, slogan hanno scandito la manifestazione che ha sorpreso tanti Cittadini milanesi. In molti si sono affacciati alle finestre per applaudire, tanti sono scesi in strada, tanti si sono uniti al corteo. Una festa che ha coinvolto migliaia di Cittadini. E nessuno ha protestato per il blocco di tutto il traffico di Milano.
Siamo felici per aver visto riunire tanti, tanti, tanti, tantissimi Sinti italiani che per la prima volta sono scesi in piazza per manifestare contro provvedimenti razzisti. Sono arrivati da Vicenza, Libiate (MI), Bergamo, Milano, Varese, Busto Arsizio, Saronno (VA), Brescia, Alessandria, Verona, Torino, Mantova, Trieste, Piacenza, Bolzano, Trento, Bergamo Prato, Roma… Ma anche tanti Rom italiani e tanti Rom immigrati.
Questa è la prima tappa di un percorso che ci porterà nei prossimi mesi all’organizzazione di una grande manifestazione a Roma. Chiediamo a tutti di raccontare quello che hanno vissuto oggi a Milano, perché fra qualche mese saremo a Roma tutti insieme.

17 commenti:

sucardrom ha detto...

invitiamo i tanti fotografi presenti ad inviare le foto scattate durante la manifestazione

Anonimo ha detto...

Io sono d'accordo con la schedatura, non vedo di cosa vi preoccupiate, anzi io la farei anche per gli italiani e non soltanto per i rom.

Anonimo ha detto...

vedi la schedatura fatta per tutta la popolazione italiana senza quardare di che etnia egli provenga, sarebbe una legge giusta,onesta e corretta, ma quando si parla di una schedatura solo per certe etnie (Sinti, Rom, stranieri) come si sta parlando ormai da mesi, allora e una forma di razzismo, perciò incivile al giorno d'oggi, la nostra preucazione e solo questa, perchè all'epoca di Hitler, il caos completo cominciò proprio così...

Anonimo ha detto...

Hanno preso i 2 stupratori che avevano abusato di una bambina di 14 anni alla caffarella, indovinate un po chi erano???
Riporto un pezzo dell'articolo che potete trovare su www.ansa.it

"il primo e' stato fermato attorno alle 4 nella capitale, in un accampamento nomadi "

Ancora avete la faccia tosta di parlare?

sucardrom ha detto...

ciao Anonimo, il tuo commento è off topic per tre ragioni.
primo: sono in stato di fermo otto persone, per ora non ci sono accuse per nessuno.
secondo: nei Paesi civili, e l'Italia lo vorrebbe essere, la responsabilità penale è personale ed è definita da un Tribunale.
terzo: in questo post si parla di una manifestazione per contrastare norme che forse colpiranno anche te. in altri post abbiamo parlato delle violenze subite dalle donne in Italia (http://sucardrom.blogspot.com/2009/02/le-violenze-sulle-donne.html)

Giulia ha detto...

No sucardrom, mi dispiace contraddirti ma i 2 stupratori hanno confessato e sono 2 rom del campo nomadi del Baiardo, uno è stato arrestato addirittura a Livorno nel campo nomadi del Cisternino mentre cercava di scappare in Spagna.

Giulia ha detto...

No sucardrom, mi dispiace contraddirti ma i 2 stupratori hanno confessato e sono 2 rom del campo nomadi del Baiardo, uno è stato arrestato addirittura a Livorno nel campo nomadi del Cisternino mentre cercava di scappare in Spagna.

Giulia ha detto...

No sucardrom, mi dispiace contraddirti ma i 2 stupratori hanno confessato e sono 2 rom del campo nomadi del Baiardo, uno è stato arrestato addirittura a Livorno nel campo nomadi del Cisternino mentre cercava di scappare in Spagna.

sucardrom ha detto...

se è così è giusto che paghino per l'orribile reato che hanno commesso ma che cosa c'entrano gli altri Rom?

xpisp ha detto...

Non c'entrano nulla, e su questo siamo, penso, tutti d'accordo.
Però è evidente che nei campi, spesso risiedono persone senza identità che sfruttano questa "invisibilità" per delinquere.
Ora, come si risolve questo problema?

Anonimo ha detto...

Siete senza dignità, persone che diconi di essere nomadi, poi rubano violentano si ubriacano sono persone senza dignità...... in italia avete ucciso tantissima gente e violentato tante donne e ragazzine!!!!!
Io non sono razzista ma penso che persone come voi appartenenti ai prassiti devono essere trattati come tali!!!!!
I mio cane anche ha i parassiti e spesso gli metto l'anti-pulci e il cane sta meglio!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Si ai lagher per i rom

sucardrom ha detto...

gli ultimi due commenti saranno segnalati alla Polizia Postale.

sucardrom ha detto...

ciao Xpisp, le due persone arrestate, secondo le agenzie stampa, erano già state fermate e segnalate.

xpisp ha detto...

Evidentemente l'idea di mettere i controlli all'ingresso dei campi non è così sbagliata...anche se onerosa in tutti i sensi(libertà compresa)
Comunque, come vedi, il fatto di conoscerli già ha permesso alle forze dell'ordine, senza intercettazioni(incredibbbbile vero?) , di prenderli.
Ai signori sopra vorrei ricordare che il corriere.it riporta che il fuggitivo che voleva scappare in Spagna è stato segnalato dai residenti del campo.
Qunado c'è da dare contro...non mi tiro indietro, ma quando le persone si comportano meglio di molti cittadini "normali" ho piacere a segnalarli.
Quindi i commenti sono pure fuori luogo oltre che dimostrare un'estrema ignoranza.

Anonimo ha detto...

Finalmente si vede un po' di partecipazione. Complimenti.

Cro.

l'incarcerato ha detto...

Complimenti, dalle foto si evince che sia stata una bellissima manifestazione! Mi ricordo di aver partecipato alla prima manifestazione organizzata interamente dai rom e sinti, l'anno scorso a Roma. Ma quella di Milano vedo che è stata la più participata.

Per i commenti anonimi vedo che c'è poco da dire, sono i classici Italiani che prima dicono che non sono razzisti, poi subito dopo invocano i campi di concentramento.

Io rimango sempre indignato perchè è ora di chiarire una cosa: più dell'80 per cento delle violenze sulle donne è commesso da conoscenti, dalla cosiddetta "gente per bene". Come al solito bisogna prendere il capo espiatorio, e prendersela con i roma che non sono nemmeno il 2 per cento della popolazione.

E finitela di chiamarli nomadi, lo sono diventati per colpa nostra a forza di cacciarli. Invece di sfogare le vostre frustrazioni contro i più deboli, perchè non ve la prendete con i vostri datori di lavoro che vi sottopaga, contro il proprietario di casa che vi fa pagare un affitto salatissimo, e contro questo governo che ancora una volta limita la libertà di tutti noi.

Dovremmo unirci tutti noi, invece di dividerci e fare la lotta tra poveri.