mercoledì 25 febbraio 2009

Roma, ennesima tragedia ma la folla, la politica e la stampa non si scatenano

Un operaio romeno di 31 anni è stato travolto e ucciso domenica sera intorno alle 23 mentre camminava lungo il margine della provinciale che conduce a Capena, in provincia di Roma. L'investitore è un italiano di 24 anni residente a Castelnuovo di Porto.
Il conducente dopo l'urto non ha prestato soccorso all’operaio romeno ma ha continuato la marcia fino alla propria abitazione. In seguito si è recato dai carabinieri per raccontare l'episodio. Con loro è ritornato sul punto dell'incidente e a margine della carreggiata è stato trovato il cadavere del cittadino romeno.
Il conducente del veicolo è stato sottoposto al test dell'etilometro, al quale è risultato positivo con tassi di alcol nel sangue superiori a 1,5 grammi per litro e successivamente è risultato positivo anche ai test per cocaina e cannabis. Dovrà rispondere innanzi al tribunale di Tivoli di omicidio colposo e guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l'effetto di sostanze stupefacenti. L'autovettura su cui viaggiava è stata sequestrata. L'investitore non è stato arrestato.
La stampa ha dato poco risalto al fatto di cronaca. Non sono nemmeno stati intervistati i parenti o i conoscenti della vittima. Noi di sucardrom ci chiediamo cosa sarebbe successo se l’investito fosse stato il Cittadino italiano e l’investitore fosse stato il Cittadino romeno?

11 commenti:

xpisp ha detto...

Che dire...una coerenza spaventosa...la vostra ovviamente.
Confrontiamo i casi.

l'ultimo caso, uno investe su una strada buia una persona.
A causa dell'alcol e della droga non se ne accorge(almeno questo è stato detto).
Giunto a casa si accorge del danno all'auto(doveva essere ben stordito per non sentire) e si reca dai carabinieri insieme ai quali ripercorre la strada fatta fino a quando non viene scoperta la triste verità.
Indubbiamente questo uomo si è denunciato, questo è indiscutibile.
Non concordo col mancato arresto.

Caso a cui voi fate riferimento.
Un "uomo" ruba un'auto completamente ubriaco.
A folle velocità contromano si schianta contro un'altra auto uccidendo il guidatore e ferendo gravemente il passeggero.
Lui cosa fa?
Scende e va a ordinare al bar da bere.

Devo dire che avete scelto proprio l'esempio corretto.
Non giustifico il primo, ha la gravissima colpa di essersi messo alla guida in uno stato assurdo per guidare...ed è il motivo per cui secondo me dovrebbe essere in galera.
Ma trovo che anche un cieco potrebbe notare le differenze umane(e non etniche) delle due vicende, uno si è preso le proprie responsabilità, l'altro di fronte ad un morto e una ferita agonizzante che non poteva non aver visto ha pensato bene di andarsi a prendere da bere!

Fabrizio ha detto...

Vignetta di Mauro Biani

sucardrom ha detto...

ciao Xpisp, come sarebbe semplice per noi dire che con la macchina mezza distrutta sarebbe stato inevitabile finire nelle maglie degli investigatori. presa di coscienza o calcolo delle consegenze inevitabili?

grazie Fabrizio per la vignetta.

enrico ha detto...

qualcuno mi sa dire perchè il Tribunale non ha contestato anche il mancato soccorso?

xpisp ha detto...

Caro Sucar,
Vedo che hai delle notizie sullo stato dell'auto che non ho trovato sui mezzi d'informazione consultati.
Quindi probabilmente per calcolo si è costituito ben sapendo che in Italia...se ti costituisci paghi di più che se scappi?
Può essere, ma le vostre sono congetture.
Poi ripeto, non contesto la rabbia per il mancato arresto che sarebbe stata la giusta conseguenza, ma il confronto con un fatto che inevitabilmente avrebbe scatenato la folla.
comunque vista la vostra voglia di linciaggi vi ricordo questo

http://www.repubblica.it/2008/03/sezioni/cronaca/incidenti-stradali/scampia-incidente/scampia-incidente.html

forse se non c'è nessuno presente il linciaggio è difficile da farsi!

sucardrom ha detto...

ciao Xpisp, la foto dell'auto è stata trasmessa dalla Rai ieri sera. l'autovettura aveva il vetro anteriore schiacciato, tanto da essere sul punto di sbriciolarsi e una grossa ammaccatura sul cofano.
difficile girare liberamente con un auto così conciata.

xpisp ha detto...

comunque eccoti alcuni altri esempi di mancato linciaggio:
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=250116
http://magazine.excite.it/news/10522/Roma-moldavo-in-fuga-travolge-e-uccide-un-ragazzo
http://www.pupia.tv/campania/notizie/000490.html

Anonimo ha detto...

non sono un vostro fan....ma indubbiamente l'italiano che investe il rumeno non fa notizia....è non è neanche la prima volta che accade. chiaramente il trattamento deve essere identico sia per l'italiano che per lo straniero, altrimenti la legge NON è uguale per tutti. molto carina/triste la vignetta.

Anonimo ha detto...

Prendete sempre le distanze dai romeni, dite sempre che rom e romeno sono 2 cose diverse, ed ora sfruttate la morte di un poveraccio romeno a vostro favore?
Mi fate pena.

Carlo Berini ha detto...

ciao Anonimo, in questo spazio web nessuno ha mai preso le distanze da alcuno.
semmai abbiamo sempre preso le distanze da certa stampa e da certa politica che etnicizza un singolo fatto di cronaca.
se io, Cittadino italiano residente a Mantova, vengo accusato di un reato a Verona, i giornali mai titoleranno "mantovano stupra donna veronese".
al contrario se io vengo riconosciuto come Cittadino romeno o come Rom, è sicuro che il titolo sarà "Romeno o Rom stupra donna veronese".
molti giornali costruiscono la notizia in maniera diversa a seconda di chi è accusato di un dato reato.

Anonimo ha detto...

ragazzi....non si può negare l'evidenza. la stampa strumentalizza le informazioni è ovvio....il problema dei campi esiste, il problema dei clandestini esiste, il problema della giustizia giusta esiste, il problema dell'informazione pure....non penso ad una stampa razzista, ma solamente meschina e sarchiapona pronta come sempre al linciaggio ed al sensazionalismo.