martedì 12 gennaio 2010

Mantova, la Lega Nord non sa più cosa inventarsi...

Dopo l’intervento del 10 gennaio sulla Voce di Mantova, è ormai chiaro che il responsabile della sicurezza della Lega Nord, Luca de Marchi, vuole improntare tutta la sua campagna elettorale contro le circa quaranta famiglie rom e sinte mantovane.
De Marchi, oltre ad essere disinformato sulle questioni inerenti a questa realtà, non sa più cosa inventarsi per avere visibilità politica: grazie alle pagine del quotidiano la Voce di Mantova vengo a sapere che è stato istituito il numero di telefono “SOS degrado”, alla quale secondo De Marchi, i Cittadini che subiscono una truffa dovrebbero chiamare e segnalare il fatto alla Lega Nord.
Chiedo: ma in tutto questo cosa centra la Lega Nord? I cittadini che subiscono una truffa semmai chiameranno le Forze dell’Ordine e non certo un Partito politico.
Ma forse in tutto questo c’è un motivo. De Marchi si ingegna all’inverosimile per strumentalizzare la presenza di poche famiglie sinte e rom a Mantova; il suo obiettivo è creare un senso di insicurezza nella Cittadinanza. E’ un giochetto che abbiamo già visto fare in altre Città lombarde.
In sintesi, De Marchi vorrebbe convincere i mantovani che i Sinti e i Rom sono un "grave problema". Mi chiedo: come mai solo oggi, dopo più di cento anno anni, diventiamo per De Marchi un “problema”? Proprio a due mesi dalle elezioni?
Se sul territorio esistono persone che fanno “truffe legali” (che poi non si capisce come una truffa possa essere legale…), i Cittadini “truffati legalmente” dovranno rivolgersi alle Forze dell’ordine che indagheranno e consegneranno alla Magistratura i presunti colpevoli, se esistono. Anche perché la Lega Nord non può arrestare nessuno. A meno che De Marchi e la Lega Nord di Mantova, vogliano sostituirsi alle Forze dell’Ordine? In quest’Italia tutto è possibile… Ci hanno provato senza successo con le ronde e ora sembra che vogliano aggirare la legge con il numero “SOS degrado”, domani chissà cosa si inventeranno…
Ma quando inizieranno ad occuparsi dei problemi veri dei mantovani, come il lavoro, la sanità, l’ambiente, la viabilità… I mantovani, Rom e Sinti compresi, rimangono in attesa. di Yuri Del Bar, Consigliere comunale a Mantova

3 commenti:

Anonimo ha detto...

luca de marchi Paladino della legalita' 103 preferenze in consiglio comunale
yuri del bar..... "la colomba" sara'... monitorato atto per atto dal "FALCO" de marchi....

Carlo Berini ha detto...

ciao Anonimo, Luca De Marchi ha avuto tante preferenze ma è indubbbio che la Lega Nord nel Comune di Mantova ha perso il 5% secco, rispetto alle regionali.
In pratica nel Comune di Mantova gli elettori della Lega, quando sono stati in cabina elettorale, hanno premiato la Lega Nord di governo in regione e hanno punito la Lega Nord xenofoba per le comunali.
Io se fossi in De Marchi farei una seria riflessione politica...

francisco ha detto...

Spero che De Marchi perda molto tempo a monitorare Yuri, perché spero che Yuri agisca molto.
Falco? Forse falchetto, probabilmente passerotto.
Certo che per un leghista lombardo deve essere frustrante fre politica a Mantova.....