mercoledì 21 maggio 2008

L'Italia è persa... e l'Europa?

Oggi è chiaro, in Italia nei prossimi anni si attuerà una caccia al rom, al sinto, al “nomade”, allo “zingaro”. Non vi possono essere più dubbi dopo che il Parlamento europeo ha dibattuto sulla grave situazione italiana (pogrom, violenze…) e i maggiori organi di informazione televisiva continuano imperterriti a veicolare razzismo.
Questa sera Ballarò e Matrix, ieri sera Porta a Porta. Ma la musica non cambia: rom, rifiuti e criminalità. Null’altro. A Ballarò la performance di Formigoni in coppia con Veltroni è scandalosa. E Matrix non è da meno con uno scatenato Galan che apre di fatto alla cacciata dei Sinti e dei Rom dal Veneto. Perché è vero che si parla sempre e solo di immigrati ma di fatto in Veneto i Sinti e i Rom sono per il 90% Cittadini italiani e i Comuni si apprestano in queste ore a cacciare Cittadini italiani.
E’ scioccante come gli organi di informazione italiani continuano imperterriti a non dare voce a Sinti e ai Rom. Ai leader Sinti e Rom. E al contrario si raccoglie come verità la voce del Cittadino che dice: “i rom sono il problema”. Se io percepisco insicurezza è giusto che lo Stato ascolti la mia percezione e “bastoni”. Chi? Il diverso! E chi è il diverso per eccellenza, chi è il povero per eccellenza? Il Rom.

La maggioranza degli italiani è favorevole alle ronde, uno su cinque è pronto a partecipare attivamente. Sembra di essere nella Germania nazista degli Anni Trenta, quando un piccolo uomo prima promosse la violenza. Poi annunciò ad una nazione che bisogna fermare le violenze e che lui è pronto a risolvere tutti i problemi, a partire proprio dai Rom. E fu eletto. Si aprì subito la “settimana contro la piaga zingara” che portò tutti i Sinti e i Rom ad essere rinchiusi in campi sosta sorvegliati. Poi si pensò di fare la mappa genetica di queste persone e alla fine tentò di sterminarli.
Serve oggi ricordare in Italia quanto è successo settanta anni fa? Non credo perché una nazione come l’Italia che si è lavata la coscienza con il sangue di pochi gerarchi in Piazzale Loreto e ha cancellato vent’anni di fascismo con tre anni di resistenza, è di fatto rimasta nel profondo razzista. Se chiedi a qualche tuo conoscente dov’erano i suoi nonni o i suoi genitori durante il periodo tra il 1938 e il 1945, ti risponderà inevitabilmente: “aiutavano gli ebrei”. Non si capisce quindi chi abbia acclamato le leggi razziali, chi abbia allestito il concentramento e chi abbia spinto ebrei, sinti e rom sui treni per Trieste, Bolzano, Auschwitz, Bergen Belsen…
Ora rimane solo una domanda nel mio cuore e nella mia mente: l’Europa, l’Occidente si farà trasportare ancora una volta dall’Italia nel baratro della barbarie?
di Carlo Berini

13 commenti:

xpisp ha detto...

Galan ha anche parlato dei rom che abitano case di muratura e che lavorano.
Non ha fatto proprio di tutta l'erba un fascio anche se in molti punti generalizzava e non era condivisibile.
D'altra parte anche qui parlate d'italiani e non state a differenziare ogni volta il ceto, la religione, la regione di provenienza, ecc.
Il fatto che i campi siano, specialmente quando superano certe misure, contenitori di illegalità(che non vuol dire che tutti i residenti siano illegali) è un fatto difficilmente contestabile.
Sarebbe bello capire cosa hanno fatto queste famiglie dal 1991 ad oggi per migliorare la loro situazione e come hanno fatto a vivere fino ad oggi senza nessun supporto(se come immagino non c'è stato).
vedo che l'emergenza censura continua...e poi lamentate il comportamento degli altri...pensa che a me hanno sempre insegnato di non fare agli altri ciò che non si vuole sia fatto a se stessi...a voi no vero?!

Giancarlo ha detto...

... e che ci vuole fortuna nella vita, anche a nascere. Pensa se ti avessero fatto... vivere da disperato nella tua terra tanto da costringerti a scappare, imbarcato su una specie di canotto fino a farti diventare cibo per i pesci, oppure umiliato e criminalizzato, costretto a vivere in condizioni di estremo degrado in un campo o sotto il cavalcavia di un qualche ponte, nelle più lurida periferia della Città, costretto ad inventarti la vita giorno dopo giorno fino a sconfinare nell'illegalità.
oh oh oh... ma non è questo che staimo facendo agli altri e che non vorremmo fatto a noi stessi?

Anonimo ha detto...

dal messaggero di oggi:
ROMA (21 maggio) - Tre rom di 14, 15 e 16 anni (i primi due fratelli) sono stati bloccati dalla polizia all'interno del centro commerciale Primavera, a Roma, per rapina a danno dei loro coetanei. Armati di coltello i tre minori avrebbero rubato di tutto da orologi e telefonini a capellini. Alle volte avrebbero anche mostrato alle vittime una pistola per spaventarle. Il 15enne e il 16enne sono stati sottoposti a fermo di polizia giudiziaria e condotti presso il centro di accoglienza minorile mentre il 14enne è stato denunciato ed affidato ai genitori. I due fratelli sono residenti nel campo nomadi Casilino 900 mentre il 16enne vive nel campo rom di via Salviati. I furti hanno avuto luogo tra Centocelle e Torpignattara.

Si è potuto identificare i tre ladruncoli grazie alle numerose denuncie presentate. Tutte descrivevano lo stesso modus operandi e le medesime caratteristiche fisiche dei malviventi. Le indagini degli inquirenti sono state rallentate dall'impossibilità per gli agenti di effettuare controlli capillari tra gli abitanti degli accampamenti date le nuove costruzioni di baracche all'interno. Alla fine però i tre sono stati bloccati e trasferiti al commissariato dove è avvenuto il riconoscimento da parte delle vittime.

ITALIANI RAZZISTI!!! NON SI ARRESTA CHI VIVE NEI CAMPI NOMADI PERCHE' SONO TUTTE BRAVE PERSONE.

xpisp ha detto...

Giancarlo conosco, per tua sfortuna, almeno 2 persone arrivate qui col barcone dall'albania, uno ha una ditta, è partito lavorando in una cooperativa e oggi ha una sua attività con dipendenti...miracolato?
L'altra persona ha un lavoro, una casa e una vita normale...altro miracolo?
Visto che parli di scappare con i canotti...ricordo l'emergenza albania, ricordo la mia città che aveva adibito un edificio pubblico ad uso di alcune di queste persone per tamponare l'emergenza, ricordo i pantaloni nuovi in regalo rifiutati x' non erano della marca in voga nelle pubblicità italiane, ricordo l'edificio completamente demolito all'interno.
Ricordo anche che durante queste fughe...in mezzo a tanta brava gente si mischiano tutti gli evasi dalle varie prigioni...che indubbiamente vengono qui per rimettersi sulla retta via.
Ora, nella vita esiste indubbiamente la fortuna, ma pare che se non fai nulla per aiutarti...difficilmente potrai migliorare.
PS
complimenti per le catene e gli anelli d'oro che indossavano le donne nel campo rom di roma intervistate oggi da mediaset...si vede che non hanno soldi...e quelle, ci credo realmente, sono secondo me le persone oneste del campo che dopo anni di permanenza in italia e di tv(si vedevano bene le parabole e le antenne, ancora fanno fatica a parlare italiano

Anonimo ha detto...

comincio veramente ad avere paura. ieri stavo portando il cane a spasso quando sono stato avvicinato da un Rom, sono sicuro che fosse un Rom, aveva proprio la faccia da Rom, e poi parlava anche come un Rom.... mi ha chiesto dei soldi! mi è caduto il mondo addosso, non sapevo più cosa fare, mi sono guardato intorno ma non c'era nessuno a cui chiedere aiuto, sentivo il sangue pulsare nelle mie tempie....mi sono fatto coraggio...ho messo le mani nelle mie tasche e gli ho dato 50 centesimi, li ho lasciati cadere nelle sue mani per paura che potesse contagiarmi con il solo tatto.... ma non bastavano...mi ha chiesto altri soldi perchè i suoi figli dovevano mangiare, in quel momento ho pensato anche io ai miei figli, chissà se li avrei più rivisti, chissà se ....mi sono fatto coraggio "non ho più soldi" allora ha cominciato a minacciarmi "se non mi dai 1 euro dico a tutti che sei razzista" ho ceduto! si ho ceduto, pensavo che avrebbe tirato fuori un coltello od una pistola ma questo è troppo ....se si fosse saputo in giro mi avrebbero rovinato....i miei figli sarebbero stati tormentati dai loro compagni "tuo padre è un razzista, è un razzista" il parrucchiere di mia moglie non avrebbe più accettato i soldi di un marito razzista...che figura avrei fatto con i miei amici di berlino e madrid. ho imparato la lezione da oggi in poi se vedo uno di loro gli lascio tutto anche le chiavi di casa. un saluto cordiale
Walter Veltroni

dominguel ha detto...

sucar cancella i commenti idioti e soprattutto non indirizzati alla costruzione di un ragionamento logico, non ce ne frega nulla di gente che fa, molto poco intelligentemnte, facile ironia per mascherarsi dietro un nome o restando anonimo...

Carlo Berini ha detto...

ciao Walter Veltroni, il tuo commento � molto interessante e quindi ti rispondo con quello che � successo ieri a Brescia.
Una bambina di otto anni, appartenente alle minoranze sinte, � stata aggredita dalle sue compagne e dai suoi compagni di classe perch� sinta. �Non devi venire a scuola! Sei una �zingara�! Siete ladri di bambini!�. La mamma di questa bambina ha protestato ma le maestre Le hanno detto che loro non hanno sentito ne visto niente, hanno accennato al fatto che forse la bambina � bugiarda. La mamma ha risposto: �avete mai sentito una bugia da mia figlia�. Le maestre hanno risposto: �in effetti in tre anni non � mai successo�.
La mamma con la bambina tornano a casa a piedi molto tristi, hanno un piccolo terreno di loro propriet� nella periferia di Brescia. Mentre sono in un uno spiazzo vicino a casa alcuni adolescenti si avvicinano e iniziano a tirare sassi contro la mamma e la bambina di otto anni. Tirano sassi e gridano: �Sporchi �zingari� andatevene!�, �Noi non vi vogliamo!�, �Siete degli sporchi �zingari�!�, �Ladri di bambini!��
Questo non � un sogno, � purtroppo la realt� che vivono oggi centinaia di bambini sinti e rom. � forse giusto? No, come non � giusta la tua paura di essere messo alla gogna perch� non dai un euro ad un Rom che chiede l�elemosina.
Ma credo che insieme possiamo lavorare perch� il Rom non debba chiedere l�elemosina e perch� ogni bambina e bambino sinto e rom possa andare a scuola senza la paura di essere aggredito.

xpisp ha detto...

Scusa Carlo mi spieghi l'alchimia per cui un caso vergognoso si è subito moltiplicato in centinaia?
La tua testimonianza è comunque interessante perchè appare limpido che i bambini che vogliono andare a scuola ci vanno...evidentemente quelli che non ci vanno non è per mancanza di garanzie dello stato ma per altri motivi.
Devo dire che a causa di questo putiferio molto ben alimentato dalle organizzazioni pro rom, e che si sta ritorcendo contro, stanno uscendo situazioni d'integrazioni realizzate in parte o completamente...quindi se si vuole si può.

PS
Ricordo che quando succedeva il contrario(3 nomadi contro una sedentaria) la parola della maggioranza era considerata sacra...chissà perchè qui è automatico che a mentire siano i bambini italiani.
Che pirla è ovvio italiano=xenofobo
dimenticavo queste semplici regole.

Un solo dubbio, visto che la pratica di commerciare bambini di alcuni rom è nota e dimostrata, dato che questo commercio di solito avviene tra rom o con "importazione" dai paesi dell'est(ci sono + casi dimostrati e mai negati in questa sede, l'ultimo + o - nei medesimi giorni del presunto fattaccio di ponticelli) chi è che da la certezza che non si passi ad uno step successivo.

Detto questo, se anche la mia ipotesi potesse avere una possibilità di essere preso in considerazione, resta ben chiaro che non bisogna generalizzare, come non si è generalizzato quando una cosa simile stava avvenendo in sud italia dove due italiani stavano comprando una bambina da un'extracomunitaria, non per sfruttarla(ma questo non cambia la gravità del fatto) ma per crescerla come figlia.

Carlo Berini ha detto...

ciao Xpisp, i bambini sono sempre andati a scuola, pochi sono quelli che evadono l'obbligo. il problema è dopo l'obbligo, dove c'è il vuoto. Anche su questo tema sono intervenuto molte volte, quindi non ti tedio oltre...
sul fatto che le associazioni abbiano creato l'attuale clima, ci vuole proprio un bel coraggio ad affermarlo anche perchè mi è arrivata una voce che la presunta rapitrice di Ponticelli era stata la babysitter... attendiamo l'indagine del magistrato.
per il resto il tuo commento è xenofobo e quindi sono seriamente preoccupato.
se dopo tanti mesi di dialogo ancora scrivi idiozie penso che diventi non utile continuare a dialogare, non pensi?

Anonimo ha detto...

Dominguel...fratello mio.Perdonami se ti ho offeso con la mia tragica esperienza ma dei capire che purtroppo sono un'italiano, sono un razzista, sono un figlio del ventennio anche se di anni ne sono passati 60. ma da allora siamo diventati tutti fascisti i ci stò provando con il mio partito democratico ma basta solamente dire "ordine" oppure "legalità" ed immediatamente mi sento pervaso da un'oscura forza che alimenta in me desideri inenarrabili fatti di clandestini rimpatriati. vi chiedo aiuto, chiedo aiuto al fronte di liberazione del popolo Rom, liberatemi da questo demone che mi ha posseduto ed ha conquistato oramai tutti gli italiani, voglio diventare come voi.
cordialmente vostro
Walter Veltroni

xpisp ha detto...

"ciao Xpisp, i bambini sono sempre andati a scuola, pochi sono quelli che evadono l'obbligo. il problema è dopo l'obbligo, dove c'è il vuoto. Anche su questo tema sono intervenuto molte volte, quindi non ti tedio oltre..."
no tediami pure visto che fino ad ora ho sempre letto del fatto che i bambini erano rifiutati dalle scuole e gli veniva quindi negato un diritto..oggi mi dici il contrario, interessante.

Il commento xenofobo qual'è spiegamelo che magari mi sono espresso male...a meno che se uno non è d'accordo è xenofobo ma non credo sia questo il tuo stile..almeno non lo era.

Carlo Berini ha detto...

ciao Xpisp, in Italia le politiche educative non riescono offrire possibilità ai bambini e sopratutto agli adolescenti sinti e rom. su questo tema ti inviterei a leggere l'intervento di Bruno Morelli, pubblicato due volte in questo spazio ed ora inserito nel nuovo spazio web dell'istituto di cultura sinta: http://sucardrom.googlepages.com/diseducazione
certe affermazioni del tipo: "putiferio molto ben alimentato dalle organizzazioni pro rom", "la pratica di commerciare bambini di alcuni rom è nota e dimostrata..." sono da censurare.

xpisp ha detto...

Scusa Carlo non è colpa mia se molto spesso queste notizie, magari anche in un trafiletto, compaiono sui mezzi d'informazione.
Io mi limito a leggere notizie e a valutare ciò che c'è scritto.
Se ritieni che riportare il fatto che avviene(non è passato tanto tempo da quando hanno smantellato un simile traffico con romania e bulgaria) sia xenofobo...ne prendo atto.
Resta il fatto che queste notizie
vengono riportate discretamente spesso..e tutti noi sappiamo quanto sia facile controllare queste cose...quindi su 1 caso trovato quanti sconosciuti?

Direi che il putiferio ben alimentato esista, come è stata incivile e sproporzionata(per non dire altro) la reazione dei residenti di ponticelli, altrettanto sono state le reazioni dall'altra parte usando termini, secondo me, che vanno ben oltre il fatto in se.
Certo, in un caso vanno prese tutte le valutazioni del caso(situazione della ragazza, situazione familiare, condizioni psicologiche, ecc) nell'altro caso un'indagine simile non si fa, non si prende in esame che forse dietro questa reazione ci sono le stesse persone che fanno aggredire, nei medesimi giorni, i vigili del fuoco...+ facile usare parole grandi e estremizzare i fatti e generalizzare.