mercoledì 25 marzo 2009

Federalismo fiscale, il mio no in nome della Costituzione

Pubblichiamo il testo della dichiarazione di voto dell’onorevole Furio Colombo (in foto) alla Camera dei deputati, prima della votazione di ieri sul federalismo fiscale.
Signor Presidente, mi congratulo con il governo e in particolare con i ministri secessionisti della Lega Nord per il loro successo: fanno votare questa Camera per un federalismo fiscale che non è federalismo perché sconnette l'Italia e riconnette parti disuguali. Non ha niente di fiscale perché non comprende e non indica numeri, una cifra o un riferimento alla realtà e alla verità economica.
Mi congratulo perché, mentre in ogni democrazia del mondo i vostri colleghi di governo e i nostri colleghi di Parlamento stanno lavorando giorno e notte per rendere meno aspra la crisi, meno fatale la recessione, meno duro il destino di chi sta perdendo il lavoro o sta perdendo l'impresa, voi ci avete tenuto qui inchiodati a preparare la vostra campagna elettorale che ha a che fare solo con le vostre ossessioni.
Per cominciare avete invitato gli immigrati legali islamici ad "andare a pisciare nelle loro moschee". Poi abbiamo discusso le impronte digitali ai bambini Rom, le classi separate in regime di apartheid. Ci avete imposto un'emergenza che richiedeva forza armate nelle strade. Avete, da statisti, studiato e proposto il reato di clandestinità, i medici spioni e il permesso di soggiorno a punti.
Quando questo magnamino giro di revisione della civiltà italiana è stato compiuto attraendo sul nostro Paese sarcasmo, diffidenza, satira, condanna, siete arrivati forti e determinati con la legge sul federalismo fiscale.
E' affidata al vostro buon cuore, che ho appena illustrato, perché è una legge delega. Come in quel gioco televisivo, ci avete mostrato e fatto discutere solo delle scatole. Ma, a differenza del gioco televisivo, non le avete aperte.
Personalmente sento il dovere morale di dire NO. Non riesco a liberarmi dal sapere ciò che la Lega ha fatto da Gentillini a Borghezio, da Calderoli a Bossi. E ciò che sta per fare frantumando questo Paese, sentimenti, leggi, paura, malanimo e ronde.
No, io voglio dichiarare che la mia Italia è quella della Costituzione intatta da cui traggo un pensiero di speranza in questo momento.

6 commenti:

xpisp ha detto...

Quella della costituzione è quella che prevede 5 regioni differenti dalle altre con enormi vantaggi fiscali?
Complimenti comunque quello riportato è uno splendido esempio di ottusità culturale basata su pregiudizi e stereotipi.

Perchè un medico non dovrebbe denunciare un fuorilegge?
Dovrebbe essere il dovere di ogni cittadino farlo, invece siccome tutti si fanno gli "affari propri" capita che un fatto delittuoso in pieno centro non abbia testimoni.
Perchè esere contrari ad un permesso di soggiorno che premia chi non delinque e invece penalizza chi non segue la legge(magari si potesse applicare anche agli italiani)?
Infine...quali sono le proposte alternative...che sciocco dimenticavo che sto parlando del partito che è solo capace di dire no...di proporre non se ne parla!

pino arpaia ha detto...

E' evidente: c'è rimasto solo Furio Colombo. Quanto all'autore del commento precedente, gli auguro di finire emigrante in paesi intolleranti, dopo che il suo governo avrà ridotto l'Italia come altri fscisti ridussero il Cile e l'Argentina.

xpisp ha detto...

Caro Pino, ti auguro di finire in un paese dove regna l'anarchia, dove ognuno è libero di fare ciò che vuole.
Potresti cominciare tu eliminando la porta di casa tua(che invece scommetto essere ben chiusa) e lasciare tutto a disposizione di tutti.
Complimenti perchè evidentemente tu sei tra quelli che beneficia del lavoro nero, del nuovo schiavismo imposto dall'ingresso illegale di persone.
Nuovi complimenti perchè evidentemente ritiene che i milioni d'immigrati che si sono presi la briga di rispettare la legge siano degli imbecilli, visto che anche tu sei tra quelli che vorrebbe garantire maggiori diritti a chi non le rispetta invece che creare gli strumenti per accogliere dignitosamente un numero regolato di persone.
Evidentemente tu sei tra quelli che si girano sempre dall'altra parte...non vedere o far finta è + comodo...peccato che poi certi risultati siano inevitabili.
PS
se ti auguro di finire in paesi felici e tolleranti come cuba, cina o altre cosucce simili...ti arrabbi?
Ti vedrei bene come bonzo in Tibet a capire meglio cos'è la tolleranza!

Magar ha detto...

Il nuovo schiavismo del lavoro nero esiste solo perché una legge sciovinista e italocentrica come la Bossi-Fini impedisce a gran parte dell'umanità di circolare liberamente su questo pezzo di pianeta, alla ricerca di un lavoro onesto e regolare.

Ci manca solo che a questa povera gente, indebitamente marchiata con l'appellativo infamante di "fuorilegge" solo per aver cercato un lavoro, rifiutando la miseria del paese di provenienza, vengano pure negate le cure mediche.

Peraltro senza la minima cura alla salute pubblica, ché lasciare senza assistenza sanitaria una parte della popolazione residente certo non è un toccasana neppure per chi con loro convive.

xpisp ha detto...

Caro Magar, stai dicendo piccole inesattezze.
1° è l'europa che pretende il controllo delle frontiere, infatti probabilmente ti sfugge, ma un aumento smisurato della manodopera disponibile equivale ad un collasso dei salari verso il basso!!!
2° le cure mediche non vengono negate come non vengono negate a chi si fa male sul lavoro, a chi esce da una rissa o a chi ha subito traumi sospetti...peccato che in quest'ultimi casi la denuncia sia obbligatoria!!!!
3° La scelta è "fuorilegge" a chi trasgredisce la legge(e quindi ...direi che il termine è perfetto) o imbecille a chi stupidamente si ostina a seguirla come i milioni di immigrati regolari?
4° chi entra clandestinamente spesso non conosce(grazie a chi li sfrutta che ha interesse in questo) neppure le proprie opzioni sanitarie, altrimenti come ti spiegheresti il prolificare di cliniche clandestine(vedi quelle cinesi) o il fatto che spesso arrivano in ospedale con situazioni gravi????
5° i morti di questi giorni in mezzo al mare sono da imputare a chi vuole mandare messaggi di repressione o a chi contnua ad usare atteggiamenti buonisti e accoglienti, pur sapendo di non averne i mezzi?

xpisp ha detto...

ps
per tornare a bomba...cosa mi dici del federalismo?
Anche tu vorresti che si continuasse ad avere 5 regioni che senza motivo sono" diverse" e "favorite" rispetto alle altre?
Questo è corretto?