martedì 16 giugno 2009

Napoli, l'indifferenza razzista di fronte alla morte di un uomo

Nel corso di un agguato di camorra tra due clan rivali, alla stazione della funicolare di Napoli, il 26 maggio è stato ucciso per errore un musicista romeno, appartenente alla minoranza rom, che si guadagna da vivere suonando la fisarmonica sui treni. Colpito a una gamba e al torace, sotto gli occhi della moglie che chiedeva aiuto, nessuno l'ha assistito nella totale indifferenza. Il video delle telecamere di sorveglianza di quegli istanti è stato pubblicato dal Mattino (guarda il video).
I sicari sono arrivati in moto, contromano, in via Pignasecca con il casco in testa. I killer, otto, sembrano giovani, entrano nella stazione di Montesanto a Napoli della Cumana impugnando mitragliette e sparano ad altezza d'uomo. Sono del clan dei Sarno-Ricci e hanno il compito di dare una lezione al boss del rivale Mariano.
Ma per sbaglio viene colpito Petru Birlandeanedu che, con ferite ad una gamba e al torace cerca riparo nella stazione. La moglie cerca di aiutarlo a scappare da quella pioggia di fuoco. Ma Petru arriva ai tornelli e cade al suolo.
Il tutto sotto la totale indifferenza dei passanti: c'è chi timbra il biglietto e va per la sua strada, chi continua a parlare al cellulare. Poi scappano tutti lasciando il romeno ormai esanime e la moglie che si dispera e piange. Poi arriva un'ambulanza, ma carica un ragazzo ferito di striscio.
Quegli istanti sono documentati nelle immagini del nastro del sistema di videosorveglianza della Cumana sono pubblicate dal quotidiano Il Mattino di Napoli. La polizia ha acquisito i fotogrammi e li ha trasmessi nel fascicolo d'inchiesta coordinato dai pm della Dda.

4 commenti:

marginalia ha detto...

Non ne avevo saputo nulla, guardo poco la tele e ho letto pochi quotidiani ... ma la notizia è girata? Ne sento parlare da voi per la prima volta ...
anche questo aspetto mi sembra significativo e terribile

PS: ma quindi devo modificare il link a Sucar Drom in Marginalia?

u velto ha detto...

ciao Marginalia, per adesso la questione è trattata localmente solo da La Provincia. vedremo se sarà ripresa anche a livello nazionale.

p.s.
l'url non è cambiato, cambia solo la denominazione: da Sucar Drom a U Velto. per le ragioni che abbiamo spiegato quì (http://sucardrom.blogspot.com/2009/04/sucar-drom-si-evolve.html) e quì (http://sucardrom.blogspot.com/2009/05/nasce-u-velto.html)

xpisp ha detto...

Mi permetto di correggere U velto, proprio ieri la notizia è stata riportata da studio aperto o tg5 nell'edizione di mezzogiorno.
Molto in rillievo la critica sull'indifferenza della gente intorno.
Indifferenza che non è razzista... purtroppo non è la prima volta che cose simili accadono, e non solo a Napoli.

Carlo Berini ha detto...

ciao a Tutt@, chi ha scritto il commento per questo spazio web ha fatto confusione con il fatto di cronaca di Como (http://sucardrom.blogspot.com/2009/06/como-il-sindaco-dice-bugie-sul-caso.html).
ringrazio Xpisp per la correzione e aggiungo che la notizia è stata trattata da tutti i telegiornali con grande rilievo.