venerdì 13 febbraio 2009

Manifesta per i tuoi diritti, per i diritti di tutti


L’associazione Sinti Italiani, in collaborazione con le associazioni Nevo Drom e Sucar Drom, invita tutti ad aderire e a partecipare alla manifestazione che si terrà martedì 17 febbraio a Milano per protestare contro i ddl n. 733 sulla “sicurezza”. La manifestazione inizierà alle ore 14.00 a Piazzale Loreto.
La manifestazione ha l’obiettivo di sensibilizzare i Parlamentari, il Presidente della Repubblica e tutta l’opinione pubblica su alcune norme contenute nella proposta di legge sulla “sicurezza”, votata la scorsa settimana dal senato.
In particolare gli articoli 42 (ex art. 36) e 50 (ex art. 44) colpiranno tutti i Cittadini italiani che vivono in roulotte, case-mobili, carovane o che vivono in ben immobili (appartamenti) che non hanno tutti i requisiti igienico sanitari, indicati dalle diverse leggi.
Tutti questi Cittadini italiani perderanno l’iscrizione anagrafica dal loro luogo di residenza e saranno schedati in un registro apposito dal Ministero dell’Interno: il registro dei senza fissa dimora.
Se questa proposta di legge fosse approvata in maniera definitiva da un giorno all’altro migliaia di Cittadini italiani si potranno vedere cancellata l’iscrizione anagrafica dai Comuni dove vivono per essere schedati in un apposito registro come “senza fissa dimora”.
Il registro separerà l'iscrizione anagrafica dagli abituali luoghi di vita, con effetti imprevedibili sul reale accesso ai servizi. Un esempio? Se una famiglia italiana di Venezia dovesse avere qualsiasi tipo di problema, dovrà rivolgersi ai servizi sociali della sua città o direttamente a Roma?
Inoltre, non è da sottovalutare la dizione che sarà scritta sulle Carte d’Identità: “senza fissa dimora”. Questa dizione limiterà in maniera notevole le possibilità di vita sociale e lavorativa. Infatti, con tale dicitura sulla Carta d’Identità sarà difficile anche solo ottenere una tessera per noleggiare dei video.
Di fatto con l’approvazione degli articoli 42 e 50 la stragrande maggioranza dei Sinti italiani ma anche tantissimi altri Cittadini saranno cancellati dai luoghi di residenza e saranno tutti inseriti in un unico registro nazionale.
Per queste ragioni invitiamo tutti ad aderire e a partecipare alla manifestazione di Milano con appuntamento per tutti a Piazzale Loreto alle ore 14.00. Per i tuoi diritti, per i diritti di tutti.
Informazioni e adesioni: pastore Davide Casadio, telefono 334 2511887, e-mail casadio1970@libero.it

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con la schedatura, se siete onesti non avete nulla da temere, in caso contrario...

Hidden Side ha detto...

Ho fatto un poco di pubblicità alla manifestazione, siete in CC nella mail che ho mandato.
Ho messo il vostro indirizzo di gruppo, ma fate notare le due mail che vi ho mandato oggi a Carlo.
grazie
------
PS: Ma i cretini anonimi, tipo quello qua sopra voi li schedate? Io lo farei, ma si sa io sono un intollerante.

xpisp ha detto...

Hidden potrei capie la tua rabbia ma pare chiaro che gli italiani sono schedati, spiati(vedi Genchi), controllati, ecc.
Che poi nonostante questo esistano delitti irrisolti, evasori totali, ecc...è colpa di chi controlla.
D'altra parte che senso ha perdere tempo a schedare persone di cui hai già i dati? E' un pò come quando la GdF va a controllare ditte che pagano fior di tasse per contestargli errori di forma invece di cercare gli evasori totali.
Domada...è vero o no che nei campi spesso ci sono dei clandestini?
Domanda due, invece di opporsi alla schedatura non sarebbe + utile chiedere, visto che vengono schedati, che gli apolidi abbiano finalmente documenti che gli consentano di poter affrontare una vita + normale??

In totale OT, visto che spesso lamentate la questione profughi e apolidi...come mai, dopo aver messo articoli per il giorno della memoria della Shoah e Porrajmos, non avete fatto altrettanto per il giorno della memoria delle foibe?
Quella tragedia ha provocato migliaia di profughi e di apolidi.
Profughi che, specialmente nelle regioni italiane + rosse furono trattati peggio che male.
forse questa era un'occasione per ricordare un tassello a lungo dimenticato(e ricordarlo non credo sia revisionismo) che avvicina molti italiani alla situazione dei rom.
saluti

Anonimo ha detto...

Giusto Xpisp, ai bambini veniva negato perfino il latte. A quel tempo i comunisti erano tali e quali ai nazisti, se non addirittura peggio.

Anonimo ha detto...

Ma scusate, i cittadini saranno cancellatri da chi? Ma chi ve lo ha detto che saranno cancellati? Piuttosto gli sarà detto che dovranno mettere in regola la loro abitazione e gli sarà dato un tempo per farlo, e poi, se non avranno i soldi per farlo o le possibilità, interverrà come sempre il Comune di residenza. Siete proprio fifoni.

xpisp ha detto...

Quello che è successo è una ferita che per anni è stata tenuta gelosamente coperta da una cappa di silenzio.
Però bisogna ricordare che le persone di quel periodo non sono le medesime di oggi.
certo è che c'è stata gente che nei "campi c'è rimasta parecchio.
ma il parallelo credo ci possa stare.

Anonimo ha detto...

X Hidden Side di venerdì 13 febbraio 2009 13.58.00:
Dare del cretino a me che ho solo espresso una mia opinione non fa altro che confermare la vostra paura per la regolamentazione dei campi e dei rom.
COMUNQUE NO, per rispondere alla tua domanda di cui sopra, non si schedano i cretini in Italia ma solo i delinquenti condannati, rom e cani...

Hidden Side ha detto...

"non si schedano i cretini in Italia ma solo i delinquenti condannati, rom e cani"
Bene, mi sembra che ci siano abbastanza elementi per una bella denuncia.

sucardrom ha detto...

ciao Anonimo, il tuo commento, a risposta di una domanda di Hidden Side, sarà segnalato alla Polizia Postale.

xpisp ha detto...

Non vorrei farlo...ma temo che allo stato attuale abbia detto la verità.
In Italia chi viene schedato, almeno ufficialmente?
Sicuramente i delinquenti(se vengono presi)
Sicuramente i cani, per cui vige un obbligo che non so quanti rispettino
E allo stato attuale direi i rom, cosa di cui si sta parlando se non erro.
Direi inoltre che i puntini di sospensione laciano spazio a tutti quei soggetti(nel campo animale per esempio) di cui magari non sappiamo.
La frase poteva avere un fine razzista ma avendo detto quella che è la realtà attuale...ne siete così sicuri?

Anonimo ha detto...

X sucardrom lunedì 16 febbraio 2009 10.38.00 CET che recitava:

"ciao Anonimo, il tuo commento, a risposta di una domanda di Hidden Side, sarà segnalato alla Polizia Postale"

Fai pure, sono pronto a sostenere la verità ovunque.
Buona giornata.

Alike Al Raja Rahjim ha detto...

Ma siete impazziti? Volete che le persone siano schedate? Ma non vi state rendendo conto che si stanno calpestando i principi fondamentali sui quali si fonda la civilta'? C'e' stato un capo di stato che ha fatto qualcosa di questo genere....nel 1940 .... ma SOLO DOPO che furono uccisi e torturati milioni di persone si disse che era pazzo.....Diciamo NO a queste barbarie, riaffermiamo il diritto di essere. Di ESSERE E BASTA, non di essere questo o quello.